Hamilton, il musical, su Disney + per 4 luglio

L’America di Black Lives Matter celebra l’Independence Day con Hamilton: il musical hip-hop di Lin-Manuel Miranda, che riscrive la storia dei “Padri Fondatori” degli Stati Uniti in versione multirazziale, debuttera’ in streaming su Disney+ il 3 luglio, alla vigilia della festa dell’indipendenza di una nazione in crisi di coscienza per il razzismo che ancora avvelena la sua societa’.
    Il primo assaggio e’ di questi giorni: nel trailer Miranda, Leslie Odom Jr., Phillipa Soo e Daveed Diggs interpretano le canzoni “Alexander Hamilton” e “Satisfied”. Nello spettacolo, che avrebbe dovuto uscire al cinema nell’estate 2021, un cast multietnico (neri, asiatici, latini) interpreta le parti di George Washington, Thomas Jefferson, Aaron Burr: tutti “padri della patria”, ma anche padroni di schiavi.
    L’uscita e’ stata accelerata a causa del coronavirus ma acquista luce particolare alla luce delle proteste scoppiate dopo che il 25 maggio il nero disarmato George Floyd e’ stato ucciso da un poliziotto bianco a Minneapolis: “Hamilton”, e’ stato detto, “racconta l’America di allora con gli occhi dell’America di oggi” e va al di la’ del “colorblind” insistendo che solo attori appartenenti a minoranze siano chiamati a far parte della troupe. Non c’e’ solo “Hamilton” a introdurre a tutto campo il tema della giustizia razziale nel mondo dell’entertainment.

Su Netflix, che la scorsa settimana la lanciato “Da 5 Bloods” di Spike Lee su quattro soldati neri che tornano in Vietnam, le richieste per “Dear White People”, uno show su un gruppo di studenti di colore in un college Ivy League a maggioranza bianco, sono aumentate del 329% nella prima settimana delle proteste, mentre l’audience di un altro serial, “When They See Us”, e’ salito del 147%. Entrambe le serie erano uscite l’anno scorso, ma l’interesse e’ aumentato dopo che il colosso dello streaming ha lanciato una collezione “Black Lives Matter” con 45 titoli sull’ingiustizia razziale e l’esperienza dei neri in America. E non c’e’ soltanto la tv, dove lo show della ABC “Black-ish” tormera’ in autunno. Le classifiche dei bestseller su Amazon, Barnes and Noble e il New York Times sono dominate da libri sulla questione razziale, mentre Beyoncé ha pubblicato una nuova canzone sull’empowerment dei neri, “Black Parade”, in coincidenza con Juneteenth, la giornata che il 19 giugno celebra la fine della schiavitu’ in America. Lo stesso hanno fatto artisti come Wale,Black Eyed Peas e Teyana Taylor con nuovi brani che rendono omaggio alle proteste.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte