Hong Kong, approvata la legge a tutela dell’inno cinese

Il Parlamento di Hong Kong ha dato il via libera alla contestatissima legge che criminalizza ogni forma di disprezzo verso l’inno nazionale cinese, la Marcia dei volontari, fissando sanzioni pecuniarie e detentive. L’approvazione è maturata dopo una seduta ad alta tensione, nel giorno del 31esimo anniversario dei sanguinosi fatti di piazza Tienanmen. Il provvedimento ha avuto 41 voti a favore e uno contrario, mentre l’opposizione non ha votato ed ha scandito cori e slogan di condanna.

Polizia e vigili del fuoco erano stati chiamati nel pomeriggio nella sala dopo il liquido maleodorante gettato da due deputati democratici, nel mezzo del dibattito. La presidente dell’aula, Starry Lee, aveva interrotto i lavori in seguito al gesto dei deputati Chu Hoi-dick e Ray Chan. Chu, secondo l’emittente pubblica Rthk, aveva spiegato che il liquido era un biofertilizzante e che l’iniziativa voleva coincidere con l’anniversario del massacro di Tienanmen.

“Un assassino puzza per sempre. Quello che abbiamo fatto oggi è stato ricordare al mondo che non dovremmo mai perdonare il Partito comunista cinese per aver ucciso il suo stesso popolo 31 anni fa”, aveva rilevato il deputato, ricordando la mancanza di scuse su quanto fatto e di indagini appropriate per chiarire i fatti.


Fonte originale: Leggi ora la fonte