Hong Kong, tornano proteste e arresti

(ANSA) – HONG KONG, 11 MAG – La polizia antisommossa di Hong
Kong ha fronteggiato oggi in diversi centri commerciali e nelle
strade dei manifestanti indipendentisti tornati a protestare
nonostante le misure di contenimento per il coronavirus. Gruppi di attivisti mascherati si sono diffusi in almeno otto
centri commerciali, giocando a gatto e topo con la polizia,
prima di essere dispersi. Chiedono l’indipendenza del territorio
semi-autonomo e le dimissioni del capo dell’esecutivo Carrie
Lam, fedele alleato di Pechino. La polizia ha effettuato almeno tre arresti e inflitto multe
da 260 dollari per non aver rispettato le misure di contenimento
anti-Covid-19 che vietano il raduno pubblico di più di otto
persone. Gli scontri sono proseguiti in serata per le strade,
con la polizia che ha usato manganelli e spray al pepe
nell’affollato quartiere di Mong Kok e ha continuato gli
arresti, incluso quello di un funzionario eletto democratico.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte