Hotel, prezzi stracciati a Rimini dopo il lockdown

(ANSA) – RIMINI, 11 LUG – Proliferano sui portali online le
offerte di camere di hotel di Rimini vendute a prezzi
stracciati. Strutture a tre o quattro stelle che offrono una
notte anche a meno di 20 euro a testa, colazione compresa. È
quanto si riscontra consultando ad esempio le offerte pubblicate
dagli alberghi stessi su Booking, che peraltro trattiene una
percentuale sul costo esposto. Quella dei prezzi ribassati è una
vecchia piaga riminese che la crisi del turismo rischia di
accentuare.
    Per metà luglio una decina di tre stelle in zona mare mettono
a disposizione camere per due adulti a meno di 30 euro a notte.
    Una sessantina di strutture le vendono fra i 30 e i 40 euro, e
un centinaio tra i 40 e i 50 euro. In mezzo ci sono anche dei
quattro stelle a due passi dalla riva. Uno di questi, in
particolare, vende una camera con colazione inclusa a 17 euro a
testa a notte.
    A Viareggio per la stessa data il prezzo più basso è di 60
euro a camera. A Rimini si contano invece quasi trecento hotel
che danno camere a meno di 60 euro. “Stanno facendo un marketing
che rovina e distrugge il brand del territorio – afferma la
presidente di Federalberghi Rimini, Patrizia Rinaldis – su
questo chiedo anche la collaborazione degli organi di controllo.
    Ma devono fare attenzione anche i turisti, perché dietro prezzi
troppo bassi spesso ci sono situazione molto borderline”.
    L’associazione ha anche annunciato di avere svolto uno studio
sul tema, in collaborazione con l’università, che presto verrà
presentato. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte