I grillini bocciati in geometria: così Meloni gli dà “ripetizioni”

Non è la prima e non sarà neanche l’ultima. Nuova gaffe – social e geometrica – del Movimento 5 Stelle, che ha voluto attaccare Giorgia Meloni in vista della manifestazione che Fratelli d’Italia, insieme a Lega e Forza Italia per il centrodestra, ha voluto organizzare in piazza del Popolo, a Roma, in data sabato 4 luglio.

Spieghiamo. L’evento del centrodestra si terrà nel cuore della Città Eterna ma la prefettura capitolina ha autorizzato l’ingresso in piazza del Popolo solamente a duemila persone, rispetto alle ottomila sperate sia da Meloni che dagli altri leader della coalizione.

La ragione è ovviamente legata alle misure di sicurezza anti coronavirus, ma la prefettura è stata fin troppo prudente, dal momento che in una piazza di 14mila metri quadrati – che solitamente accoglie fino a 65 mila persone – di partecipanti ce ne potrebbero stare circa 8mila rispettando la distanza di sicurezza intrapersonale di un metro e mezzo.

Il capo politico di FdI se ne è lamentata e i pentastellati hanno pensato bene di passare agli insulti, con un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale del M5s. Ecco il contenuto del messaggio: “Giorgia come si calcola l’area del cerchio? Abbiamo un forte sospetto sulla Meloni: Assente al lavoro = assente a scuola? Perché quelli del centrodestra sono bravi ad assembrarsi solo nella notte sui vitalizi e non quando c’è da lavorare per i cittadini? Perché fare baracconate irresponsabili?”. Ecco, peccato però che quelli assenti a scuola, specialmente durante le ore di matematica e geometrica, probabilmente erano proprio loro, dal momento che, calcolatrice e calcoli alla mano, i numeri danno ragione a Meloni. E la matematica, si sa, non è un’opinione.

A dare un po’ di ripetizione ai cinque stelle ci ha pensato la stessa Meloni, che ha risposto per le rime – via social – all’attacco subito: “Nuovo giro nuova figura barbina dei grilloidi. Sulla pagina ufficiale del M5s è apparso un post dove i nostri esperti di scie chimiche, sirene, e microchip sotto pelle si lanciano in innovative teorie di geometria. In sostanza ci spiegano che sono un ‘somaro’ perché non so che nei 14.000 mq di Piazza del Popolo, volendo mantenere una distanza interpersonale di 1,5 metri, entrano solo 2.000 persone“. Questo perché – prosegue – “secondo gli scienziati grillini per mantenere una distanza tra le persone di 1,5 metri, è necessario collocare ogni persona all’interno di un teorico cerchio di 1,5 m di raggio e pertanto di 7 metri quadri di area: abbiamo dovuto fare un disegnino per spiegare ai grillini che così facendo i metri di distanza tra 2 soggetti sono 3, e non 1,5 come previsto dalle norme anti Covid”.

Insomma, visto che repetita iuvant, il cerchio (di sicurezza per una persona) da prendere in considerazione deve avere raggio 0,75 centimetri e non 150 cm, altrimenti la distanza tra due persone sale a 3 metri. La formula per calcolare l’area di un cerchio (utilizziamo quella che si serve della lunghezza del raggio) è presto detta: “Pi Greco” (il cui valore è 3,14) per il raggio elevato alla seconda. Il risultato? 1,76 metri quadrati. Dividendo perciò l’area di 14.000 metri quadrati (di piazza del Popolo) per 1,76, viene fuori 7.954, che sarebbero dunque le persone che potrebbero riempire la piazza rispettando la distanza di sicurezza.



Fonte originale: Leggi ora la fonte