India, app tracciamento obbligatoria per lavoro

Continua l’espansione dei metodi di tracciamento del contagio da coronavirus in diversi paesi del mondo e con diverse modalità. In India l’app è obbligatoria per tutti i lavoratori, sia nel settore pubblico sia nel privato, che devono tornare in ufficio.

E’ una misura decisa dal governo con l’arrivo della fase di allentamento del lockdown che permetterà a varie attività di ripartire. Come riferisce il sito Zdnet, l’app è obbligatoria anche per i residenti che vivono in ‘zone di contenimento’ e non possono allontanarsi, se non per esigenze mediche e acquisto di prodotti e beni di prima necessità.

L’applicazione indiana è stata rilasciata a fine aprile, e invia avvisi agli utenti che sono entrati in qualche modo in contatto con persone che hanno contratto il Covid-19. Dalla data della sua disponibilità, è stata scaricata 75 milioni di volte.

Altri paesi che hanno già messo in campo app per il tracciamento sono Australia e Singapore, mentre il Regno Unito da oggi sta testando la sua app sull’Isola di Wight.

In Italia è attesa entro fine mese l’app Immuni, che sfrutterà la piattaforma di tracciamento co-sviluppata da Apple e Google. In un decreto approvato dal Consiglio dei Ministri sono state fissate le linee guida per il funzionamento del sistema, basato sulla volonatrietà e la privacy, e senza limitazioni per chi non la scarica.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte