La grillina insulta D’Agostino: “Chiromante e spacciatore di demenze”

L’articolo pubblicato da Dagospia ha immediatamente scatenato la dura reazione del mondo del politically correct: Roberto D’Agostino pochi giorni fa ha postato sul proprio sito un articolo allegando delle foto ritraenti Lucia Azzolina in bikini mentre si stava godendo qualche ora di relax sulla spiaggia di Bazzano. Gli scatti del ministro dell’Istruzione portano la firma di un paparazzo di Diva e Donna, che è riuscito a intercettare la presenza della grillina al lido Il Pirata – nonostante ci fossero due guardie del corpo – con un elegante due pezzi blu, i capelli sciolti e lo smalto rosso fuoco, in compagnia di un libro e di una rivista.

A far discutere sono state le parole utilizzate dal giornalista nei confronti della titolare del dicastero di Viale di Trastevere: “Chiappone impiegatizio da lavoro sedentario“. Sulla questione è voluta intervenire Alessandra Maiorino, senatrice del Movimento 5 Stelle, che ha esplicitato il sostegno verso la Azzolina ribadendo il ripudio verso i duri appellativi scritti dall’opinionista: “Grazie a lui e a quelli come lui siamo diventati teledementi. Non gli è bastata la TV… Anche i giornali ci hanno invaso con la loro demenza“. Pertanto come soluzione ha proposto di non visitare più i siti sgraditi, non cliccando i link e non condividendo le loro notizie: “Magicamente smetteranno di esistere e l’Italia diventerà un Paese migliore. Spegniamoli!“.

Offese contro D’Agostino

Peccato però che la pentastellata, la stessa che si è lamentata per le dure frasi del giornalista, abbia usato toni deplorevoli verso di lui. Una vera e propria dimostrazione di incoerenza: uno sfogo da showman per insultare Dago e per difendere la compagna 5S. La Maiorino sul suo profilo Facebook ha pubblicato un video pieno di offese e denigrazioni ai danni di D’Agostino: “Per sentirsi sicuro nel mondo si è dovuto mettere una maschera“; “Porta più anelli alle mani che dita“; “Ha una barbetta da capra amaltea“; “A vederlo sembra uno di quelli che ti leggono le carte per strade per 10 euro“; “Sembra un chiromante“.

Secondo la grillina, il giornalista sarebbe stato costretto a cambiare il proprio look per sentirsi sicuro e proteggersi poiché non si sentirebbe all’altezza del ruolo che ricopre: “Infatti non è un giornalista. Con questo aspetto…“. Infine ha puntato il dito contro alcuni giornalisti, indicando loro come principali responsabili del decadimento totale dell’informazione e del sistema di comunicazione in Italia: “Questo è uno spacciatore di demenza seriale“.



Fonte originale: Leggi ora la fonte