Liga avverte giocatori, niente feste e grigliate

(ANSA) – MILANO, 11 GIU – “Se ci saranno 2-3 positivi nella
stessa squadra, sarà per negligenza individuale o di gruppo e ci
saranno provvedimenti disciplinari”. Lo afferma il presidente
della Liga, Javier Tebas, nel giorno in cui il campionato di
calcio spagnolo riprende con l’indicazione di tenere in
isolamento solo i giocatori che eventualmente contrarranno il
coronavirus.
    “Per il rischio dei giocatori di prendere il virus, mi
preoccupa la loro vita privata. Devono essere diligenti, non
vogliamo vedere feste o grigliate, hanno grande responsabilità e
non vogliamo fare un passo indietro ma avanti – ha detto Tebas
in una videoconferenza stampa -. Non mi preoccupa invece la vita
nei centri sportivi, né i viaggi: la Liga organizza i
trasferimenti per ogni squadra di prima e seconda divisione,
con aerei e treni speciali o bus, e hotel specifici ispezionati
prima, in cui alloggeranno solo loro”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte