L’Ue sull’Austria: ‘Non discriminare sulla nazionalità’

 “Non commentiamo le misure prese dai singoli Stati, ma abbiamo prodotto una serie di linee guida su come questi dovrebbero comportarsi. Questo include il principio molto importante della non discriminazione basato sulla nazionalità, assicurando che le regioni con una situazione epidemiologica simile ricevano lo stesso trattamento”. Così un portavoce dell’esecutivo comunitario, rispondendo a chi chiede un commento sulla misura annunciata dall’Austria di mantenere chiuso il confine con l’Italia.
   

“Bisogna distinguere due situazioni diverse – ha sottolineato il portavoce – una è quando c’è una violazione specifica della normativa europea sulla non-discriminazione, con chiari esempi di discriminazione basati sulla nazionalità. In questo caso esistono strumenti legali a disposizione delle persone coinvolte e della Commissione, in qualità di guardiana dei trattati. Quando si tratta invece di violazioni delle linee guida della Commissione Ue, l’approccio che preferiamo è il dialogo con i Paesi membri. Abbiamo già evidenziato in passato con gli Stati membri i problemi che ritenevamo legati al possibile non allineamento con le linee guida”. “Non commento la situazione specifica – ha detto il portavoce, parlando del confine fra Austria e Italia – ma finché le decisioni sono prese sulla base dei criteri epidemiologici non abbiamo particolari problemi con questo”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte