Maturità 2019: Seneca e Plutarco per seconda simulazione al Classico

La traduzione di un passo tratto dal ‘De ira’ di Seneca e il confronto con il ‘De cohibenda ira’ di Plutarco per la doppia prova latino-greco al Classico e la soluzione di un problema sull’intensità della corrente e di 4 quesiti allo Scientifico per la prova di matematica-fisica: sono le simulazioni per la seconda prova scritta di maturità proposte oggi agli studenti dell’ultimo anno delle superiori.

Con la riforma della maturità il ministero dell’Istruzione ha infatti messo a punto 4 date e una serie di incontri per accompagnare studenti e docenti verso il nuovo esame di Stato. La durata massima della prova è di 6 ore. Per le prove del Classico è consentito l’uso dei vocabolari di italiano, greco e latino.

Allo Scientifico è consentito l’uso di calcolatrici scientifiche e/o grafiche purché non siano dotate di capacità di calcolo simbolico. È consentito ovunque l’uso del dizionario bilingue (italiano-lingua del Paese di provenienza) per i candidati di madrelingua non italiana. Tutte le simulazioni sono disponibili sul sito del Miur: www.miur.gov.it