“Meglio il carcere di mia moglie”: uomo lascia gli arresti domiciliari

“Ero stressato da mia moglie, volevo tornare in carcere”. Così si è giustificato un equadoregno di 25 anni, arrestato dalla Polizia per evasione dai domiciliari. Gli agenti hanno bussata all’abitazione per una lite in famiglia. Dentro hanno trovato una donna in lacrime che ha riferito di essere stata aggredita dal compagno. L’uomo si è giustificato con gli agenti dicendo che la causa di tutto era lo stress accumulato: «Sono costretto in casa con mia moglie per via degli arresti domiciliari», avrebbe raccontato, aggiungendo che era sua volontà tornare in carcere…

Lascia un commento