Misano. ?ARMATO DI TRAPANO TENTA DI RUBARE LE BICI PARCHEGGIATE: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN 46ENNE

Dopo gli ultimi due arresti eseguiti dalle Volanti della Questura per il furto di bicicletta all’altezza dei bagni 41 e di un 30enne di origine piemontese, resosi responsabile di un furto di un I-PAD all’interno di un hotel del riminese, il primo a finire in manette nella tarda mattinata di ieri è stato un uomo di 46 anni residente a Misano Adriatico per tentato furto aggravato. Un equipaggio delle Volanti della Questura di Rimini è infatti intervenuto nei pressi del parcheggio dell’Ospedale Infermi, lato via Settembrini, dove era stato segnalata la presenza di un giovane indossante una maglietta di colore blu intento a forzare con un trapano la serratura di un catenaccio che teneva legata una bicicletta nel suo stallo in metallo. 

I poliziotti, impegnati nei servizi di controllo del territorio per il contrasto ai reati predatori, hanno notato la presenza di un uomo la cui descrizione era perfettamente corrispondente alla descrizione diramata dalla Sala operativa: l’uomo è stato prontamente fermato e sottoposto a controllo. Bloccato in sicurezza, i poliziotti hanno verificato che quell’uomo aveva precedenti per reati in materia di stupefacenti e guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e al fine di verificare possesso di oggetti atti all’effrazione hanno effettuato la prevista perquisizione. I dubbi dei poliziotti erano fondati: la perquisizione infatti ha dato esito positivo in quanto all’interno dello zainetto che portava in spalla gli agenti hanno rinvenuto un trapano a batteria funzionante con apposta una punta palesemente appena utilizzata in quanto sulla sua superficie vi erano ancora residui di metallo, nonché altre punte e accessori, tutto materiale posto sotto sequestro.

 Da un successivo accertamento su un’area posta sulla sinistra rispetto all’ingresso dell’ospedale, area adibita al parcheggio di motocicli e velocipedi in appositi stalli in metallo, i poliziotti hanno notato tre biciclette da uomo legate negli stalli con catenacci, le cui serrature, tutte e tre, presentavano chiari segni di effrazioni provocati da un trapano, in quanto risultavano forate, ma non aperte. 

L’uomo è stato quindi condotto presso gli Uffici della Questura dove è stato arrestato per tentato furto aggravato, reato per il quale dovrà rispondere nella mattinata odierna giudizio direttissimo.