MISANO. 11.257 SPETTATORI A MISANO WORLD CIRCUIT NEL WEEKEND DEL PIRELLI MADE IN ITALY EMILIA-ROMAGNA ROUND   

11.257 SPETTATORI A MISANO WORLD CIRCUIT NEL WEEKEND DEL
PIRELLI MADE IN ITALY EMILIA-ROMAGNA ROUND 
 
WorldSBK: Michael Ruben Rinaldi vince anche la Superpole Race e poi s’arrende a Toprak Razgatlioglu in gara 2
 
WorldSSP: vittoria rocambolesca di Aegerter, ancora secondo il sammarinese Luca Bernardi
 
WorldSSP300: Ana Carrasco torna alla vittoria a MWC
 
Misano World Circuit, 13 giugno 2021 – Un’altra grande giornata di spettacolo in pista, davanti ad un bel pubblico che finalmente incornicia le gare in pista.
Il Pirelli Made in Italy Emilia-Romagna Round si è chiuso con 11.257 spettatori nel weekend. Un risultato soddisfacente visto che una settimana fa c’era ancora la prescrizione a mille ingressi e solo in settimana era arrivata la preziosa deroga per 5.007 ingressi quotidiani con l’atto ministeriale firmato dalla Sottosegretaria Valentina Vezzali.
 
30 ANNI DI MONDIALE SUPERBIKE A MISANO WORLD CIRCUIT,
IL RICORDO SULLA GRIGLIA DI GARA 2 COI PILOTI ITALIANI IN PISTA NEL 1991
Sulla griglia di gara 2 del Pirelli Made in Italy Emilia-Romagna Round Misano World Circuit ha voluto ricordare i piloti italiani che nel 1991 corsero la prima gara del mondiale Superbike, vinta il 4 agosto di quell’anno da Doug Polen. Iniziativa intonata alla titolazione del Pirelli Made in Italy Emilia-Romagna Round.
Sulla griglia i piloti sono stati accolti dall’Assessore al Turismo dell’Emilia-Romagna Andrea Corsini, dal Sindaco di Misano Fabrizio Piccioni, dal Presidente di Santa Monica SpA Luca Colaiacovo, dal CFO Mariano Spigarelli e dal Managing Director Andrea Albani. Ai piloti è stata consegnata una polo ‘special edition’, personalizzata col nome del pilota italiano. Presenti in pista Davide Tardozzi, Giancarlo Falappa, Massimo Broccoli, Piergiorgio Bontempi e Fabrizio Furlan.  Ai tre piloti impossibilitati ad intervenire (Mauro Mastrelli, Massimo ‘Maio’ Meregalli e Virginio Ferrari) è stata recapitata a domicilio. In griglia Michela e Francesca Pirovano, insiema a Silvia Ghezzi, moglie di Fabrizio Pirovano scomparso cinque anni fa e che nel mondo della Superbike è sempre ricordato come uno dei piloti più spettacolari.
 
Misano è stata anche l’occasione per festeggiare Philippa Laverty, scelta dalla Commissione FIM per le donne nel Motorsport come esperta nelle relazioni. Al termine delle gare ha voluto una fotografia insieme alle donne impegnate al lavoro in circuito.
 
WORLDSBK – Tissot Superpole Race
Scappa via subito Razgatlioglu, con Rea dietro e Rinaldi terzo, che al secondo giro supera Rea per mettersi all’inseguimento della testa. Il sorpasso è spettacolare e avviene al curvone, al sesto giro, poi il pilota della Riders’ Land riesce a tenere tutti a distanza e a vincere la Tissot Superpole Race. Secondo posto per Razgatlioglu, terzo Rea. Eccellente sesto posto per Axel Bassani, Locatelli nono.
 
WORLDSSP – GARA 2
La bandiera rossa – incidente a Maria Herrera con ingresso dell’ambulanza – riduce a 12 giri la gara che riparte con la griglia che ripete la situazione in pista allo stop: Odendaal, Cluzel, Aegerter in prima fila.
Odendaal si rimette davanti e quando pare possa mettere le mani sulla vittoria, arriva una penalità al penultimo giro – tre secondi – che proietta alla vittoria Aegerter. Dietro il sammarinese Luca Bernardi che come ieri torna sul secondo gradino del podio ed è terzo nel mondiale. Terzo posto per Cluzel.
 
WORLDSBK – Gara 2
Battaglia dura nei primi giri con Rea, Razgatlioglu e Rinaldi. Il pilota romagnolo riesce comunque a prendere la testa, però il turco lo avvicina e lo mette sotto pressione, superandolo all’ottavo giro. Parte centrale con Razgatlioglu che allunga mentre Rea si porta a ridosso di Rinaldi. E’ questo l’ordine d’arrivo, con il pilota turco che centra la prima vittoria stagionale, mentre si conferma ancora ai vertici Rinaldi; anche oggi terzo posto per il campione del mondo e capoclassifica Jonathan Rea.
 
WORLDSSP300 – GARA 2
Gara ad eliminazione e segnata da continui colpi di scena, tante cadute fino all’ultima curva. Alla fine è Ana Carrasco a mettere tutti d’accordo e a tagliare il traguardo per prima, bissando il successo che raggiunse sempre a Misano nel 2019. Alle sue spalle Melikon Kawakami e Samuel Di Sora. Penalizzato dopo la bandiera a scacchi Gabriele Mastroluca che sul traguardo era arrivato terzo.
 
Tutti i risultati di prove e gare suwww.worldsbk.com
 
Il Pirelli Made in Italy & Emilia-Romagna Round è un evento compreso nel progetto che mira alla visibilità internazionale favorita dall’accordo tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ice-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e Regione Emilia-Romagna per la promozione e valorizzazione delle eccellenze del Made in Italy.
Un’iniziativa che vuole essere un segnale forte di ripartenza e che comprenderà nelle prossime settimane il Motor Valley Fest a Modena (1-4 luglio) e la MotoGP con il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini (17-19 settembre) a Misano World Circuit.
 

Lascia un commento