Misano. Il Comune scende a patti coi nomadi per sanare gli abusi

Domenica sarà il giorno della firma sulla convenzione tra i Sinti che occupano diverse aree e il Comune di Misano. I Sinti abitano nei cosiddetti campi, aree che non sempre rispettano le nome dal punto di vista urbanistico. Si pone, a distanza di anni, la necessità di trovare una soluzione che migliori la situazione ambientale e tolga i cittadini misanesi di origine sinta, dalla continua precarietà. I costi degli interventi di messa a norma saranno a carico degli abitanti della microarea, in compenso acquisiranno l’autorizzazione a poter abitare in camper, roulotte o casette di legno. Per il sindaco Giannini: “Misano dimostra, con un piccolo esempio, che è possibile la coesistenza e trovare le giuste soluzioni per avere una città capace di essere ospitale e inclusiva affermando che diritti e doveri valgono per tutti”.