Misano. Inferto duro colpo all’abusivismo commerciale

    In attuazione di quanto disposto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nei giorni scorsi, nell’ambito dell’azione di prevenzione e contrasto al fenomeno della contraffazione ed abusivismo commerciale, sono stati effettuati mirati servizi nelle principali aree turistiche di questa Riviera, in particolare nei Comuni di Rimini, Riccione, e Bellaria-Igea Marina, interessate da tale fenomeno, con particolare riguardo alle zone del lungo mare e delle spiagge, servizi svolti con un impiego di risorse più articolato rispetto ai medesimi servizi che comunque vengono svolti giornalmente nelle medesime aree sin dal mese di maggio.-

 

   Dall’ attività di contrasto, svolta sinergicamente da più Forze di Polizia, sono scaturiti i seguenti risultati:

nel Comune di Rimini, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 26 unità operative, di cui 8 appartenenti alla Polizia di Stato, 14 alla locale Polizia Municipale e 4 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20.

 

    L’attività di prevenzione e repressione dell’abusivismo commerciale ha interessato la zona del litorale riminese, compresa sia nella fascia sud, dal bagno 1 al bagno 130, che in quella Nord dal bagno 10 al bagno 40.

 

    Nel corso del servizio sono state identificate 25 persone di cui 22 cittadini stranieri; di questi, 5 (2 cittadini cinesi, 2 cittadini del Bangladesh e 1 cittadino marocchino) sono stati accompagnati presso gli uffici di polizia per verificarne la regolarità sul territorio nazionale.

    Sono state accertate 5 violazioni amministrative mentre sono stati redatti 23 verbali di sequestro/rinvenimento di merci varie, per un totale di oltre 800 pezzi:    

 

         Nel Comune di Riccione, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 22 unità operative, di cui 8 appartenenti alla Polizia di Stato, 12 alla locale Polizia Municipale e 2 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20.

 

         L’attività di contrasto si è svolta sulla spiaggia di Riccione (6km C.A) fra i bagni 60 e 120; Misano A. (6,5 km C.A) fra i bagni 20 e 60.

 

         In particolare nel Comune di Riccione sono state accertate 3 violazioni amministrative, di cui, 2 per (prestazioni/massaggi in spiaggia) ed 1 per commercio abusivo e si è proceduto al sequestro di merce per oltre 150 pezzi tra articoli di oggettistica ed articoli elettronici.

 

         Nel comune di Misano Adriatico, sono state accertate 2 violazioni amministrative per prestazioni/massaggi in spiaggia. Sono state controllate ed identificate 10 persone di origine straniera, regolari sul territorio nazionale, tra le quali una cittadina cinese per la quale è stato necessario l’accompagnamento presso gli uffici di polizia in quanto priva di documenti al seguito. Si è proceduto al sequestro di merce per oltre 200 pezzi tra articoli di oggettistica e ed abbigliamento:

 

         Nel Comune di Bellaria-Igea Marina, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 24 unità operative, di cui 10 appartenenti alla Polizia di Stato, 10 alla locale Polizia Municipale e 4 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20.

 

         L’area interessata è stata la costa del Comune lunga circa 12 Km. Sono state controllate ed identificate 27 persone di cui 26 cittadini stranieri e 1 cittadino italiano.

 

         Dei soggetti controllati, un cittadino del Bangladesh è stato accompagnato presso gli uffici di Polizia e denunciato in quanto irregolare sul territorio nazionale.

 

         Sono stati redatti 11 verbali di sequestro amministrativo, 3 verbali per l’esercizio abusivo di estetista.

Si è proceduto al sequestro di merce per oltre 700 pezzi tra articoli di oggettistica e chincaglieria

 

Il totale della merce sequestrata nell’ambito dell’attività, ammonta a quasi 2.000 articoli di merce varia.-

 

L’attività di contrasto all’abusivismo commerciale in tutte le sue forme, principalmente lungo il litorale ma anche presso i mercati settimanali e in orario serale, iniziata nel mese di maggio, proseguirà per tutto il periodo estivo.-

 

Personale della Polizia di Stato, in sinergia con gli agenti delle Polizie Locali dei comuni rivieraschi ed i militari della Capitaneria di Porto, pattugliando incessantemente le spiagge, provvede anche ad organizzare interventi via mare tramite i mezzi – acquascooter – della Squadra Nautica che sorveglia in maniera dinamica il litorale segnalando ai colleghi a terra eventuali presenza di venditori abusivi.-

 

Il dispositivo, impegnato tutti i giorni – mattina e pomeriggio con turni anche serali nel fine settimana – ha permesso di contenere in maniera efficace il fenomeno, ottenendo al contempo lusinghieri risultati operativi, con numerosi sequestri di merce contraffatta di varia natura, pelletteria (borse, zaini, portafogli) – abbigliamento (polo, t-shirts, pantaloni, giacche, felpe), oggettistica (occhiali, braccialetti, collane ecc.)