Misano. LA FUSP DI MISANO PROTAGONISTA A ROMA AL ‘FESTIVAL DELLE LINGUE’

LA FUSP DI MISANO PROTAGONISTA A ROMA AL ‘FESTIVAL DELLE LINGUE’

 

Al via oggi il primo Festival delle Lingue, che crea un punto d’incontro fra lingue e linguaggi, puntando a traduzione e accostamento con altre lingue

 

Focus sulla lingua italiana, la quarta più studiata al mondo

 

Stefano Arduini, Pres. FUSP: “Un grande evento che mette a frutto

le relazioni internazionali nate dalla nostra esperienza”

 

www.fusp.it

 

Misano Adriatico, 25 ottobre 2018 – Si è avviato oggi a Roma, nella prestigiosa sede della Società Dante Alighieri, fondata da intellettuali guidati da Giosuè Carducci nel 1889 con lo scopo di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo, la prima edizione del Festival delle Lingue che la Fondazione Unicampus San Pellegrino promuove insieme a ‘La parola che non muore’ il Festival della Poesia di Civita di Bagnoregio (VT).

 

Il Festival delle Lingue, presentato nelle settimane scorse all’Istituto Italiano di Cultura a Bruxelles, ha lo scopo di creare un punto d’incontro fra lingue e linguaggi, introducendo il tema della loro traduzione ed all’accostamento con altre lingue. Collabora al progetto anche la casa editrice Zanichelli.

 

“In questa prima edizione – commenta Stefano Arduini, Presidente della FUSP – ci siamo dedicati alla lingua italiana che nel mondo attrae sempre maggiore interesse e desiderio di apprendimento. Viviamo un’epoca nella quale i metodi di apprendimento sono cambiati e nel mondo sono aumentati del 4% gli studenti d’italiano. La nostra lingua è al quarto posto tra quelle più studiate al mondo dopo inglese, spagnolo e cinese”.

 

I dati confermano la tendenza: sono oltre 300.000 gli studenti di italiano in Australia e Francia (+14%), oltre 257.000 in Germania; crescono in Egitto e Usa (+8,7%), con una concentrazione nelle scuole pubbliche locali. E’ di questi giorni la notizia dell’apertura della prima scuola con l’insegnamento dell’italiano nella Silicon Valley.

 

“Studiare le lingue – conclude Arduini – comprenderne le dinamiche della sua evoluzione ed essere consapevoli che la traduzione è un elemento di cambiamento della lingua, perché due lingue entrano in contatto e si contaminano, è tema in continuo sviluppo e il Festival delle Lingue intende coltivare tramite le relazioni internazionali che derivano dalla nostra esperienza questo aspetto di studio e approfondimento.