Misano. MWC: LA RIASFALTATURA DELLA PISTA RACCONTATA AL MOTOR VALLEY FEST

MWC: LA RIASFALTATURA DELLA PISTA

RACCONTATA AL MOTOR VALLEY FEST

 

Ne parlerà il professor Maurizio Crispino nell’ambito della tavola rotonda

“Da Corsa” in programma domani alle 15:40

 

 

Misano Adriatico, 13 maggio 2020 – Prenderà il via domani l’edizione 2020 di Motor Valley Fest, per la prima volta in edizione digitale (fino a domenica sulla piattaforma motorvalleyfest.it). Un nuovo format che offre un ricco programma di contenuti accessibili a tutti. Tra questi anche alcune tavole rotonde per addetti ai lavori, nelle quali Misano World Circuit è pronto a portare il proprio contributo.

Domani, alle 15:40, MWC sarà protagonista di “Da Corsa” per parlare della recente riasfaltatura completa della pista internazionale, terminata a inizio marzo appena prima del lockdown imposto dall’emergenza coronavirus. Maurizio Crispino, ingegnere e Ordinario di Strade, Ferrovie ed Aeroporti al Politecnico di Milano nonché direttore del team MCI Infrastructures Engineering che ha realizzato il progetto, racconterà studi, metodo e tecnologie adottate per individuare i migliori materiali che rendono l’intervento a MWC un punto di riferimento per tutte le piste del mondo.

 

“Il nostro è un metodo di lavoro che, sin dalla fase di progetto, si pone il problema di trovare soluzioni in grado di raggiungere i risultati attesi – anticipa il professor Crispino intervistato -: nel caso di MWC l’obiettivo era elevatissimo in termini di prestazioni e di tolleranze estremamente ridotte. Lo abbiamo condiviso da subito coi fornitori che si sono resi disponibili a dare ‘oltre il massimo’ per raggiungere il risultato di straordinaria qualità che ci eravamo prefissati. Il progetto ha imposto all’impresa ed al fornitore delle tolleranze strettissime prevedendo nel contempo un intenso piano prove, da eseguirsi durante i lavori, per il controllo costante ed approfondito della produzione e della stesa”.

 

Dopo cinque anni dalla precedente asfaltatura, la proprietà è intervenuta sui 4.226 metri del Simoncelli, sui quali sono stati impiegati seimila tonnellate di materiali.

 

“Ai materiali -spiega Crispino- abbiamo richiesto prestazioni molto spinte ed elevata durabilità, ben oltre l’ordinario. A nostra conoscenza, per la prima volta al mondo, sono stati utilizzati in un circuito anche degli aggregati artificiali, provenienti dalla produzione dell’acciaio. Oltre alle superiori prestazioni offerte, questi materiali aprono nuove frontiere nel risparmio di aggregati naturali, in un’ottica di sostenibilità sempre ricercata anche in questo intervento”.

 

All’incontro ‘Da Corsa’ interverranno anche Mattia Binotto (Team Principal Scuderia Ferrari), Roberto Dalla (Amministratore delegato del Media and Technology Center, Formula) e Claudio Domenicali (CEO di Ducati Motor Holding spa).