Misano. Piccioni se la ride: elezioni più agevoli del previsto…

La Lega (e la Pontis) lasciano fuori Rosario Zangari dalla lista e lui non la prende bene: non la sosterrà alle prossime imminenti amministrative. “Studiando” la storia politica misanese litigare con Zangari (e in generale si potrebbe parlare delle “storiche” liti fra An e Forza Italia…) non porta bene al centrodestra. La sensazione è che un centrodestra unito, anche grazie anche alla discesa in campo di Cecchetto con una lista che ha sparigliato le carte, avrebbe potuto essere finalmente un serio competitor per il centrosinistra che fino a qualche mese fa sembrava pure diviso, con l’ala più estrema pronta ad andare da sola. Tanto che sotto Natale – quando si è anche più portati a “sognare” – c’era chi era pronto a scommettere sul colpaccio. E i compagni del Pd erano seriamente preoccupati. Ora la situazione si è ribaltata: centrosinistra compatto e centrodestra diviso. Nulla di nuovo sotto il sole. Intanto Piccioni se la ride e si appresta ad affrontare una elezione forse più agevole del previsto…