Misano. Sequestrati 5 quintali di pesce destinati a cittadino cinese

LA DITTA FANTASMA

 

 

IL CONTROLLO DELL’AUTOTRASPORTO RIENTRA NEGLI OBIETTIVI STRATEGICI DELLA POLIZIA STRADALE SPECIALITA’ DELLA POLIZIA DI STATO. IN PARTICOLARE NEL PERIODO ESTIVO VENGONO PRINCIPALMENTE ISPEZIONATI TUTTI QUEI VEICOLI CHE TRASPORTANO ALIMENTI A TEMPERATURA CONTROLLATA CIO’ PROPRIO PER SALVAGUARDARE LA GENUINITA’ DEGLI ALIMENTI STESSI E QUINDI DI CONSEGUENZA ANCHE LA SALUTE DEI CONSUMATORI.

IN QUEST’OTTICA SONO STATI EFFETTUATI MIRATI SERVIZI DI CONTROLLO NELL’AMBITO DELL’INTERO TERRITORIO PROVINCIALE. IN UNO DI QUESTI IL GIORNO 13 GIUGNO ALLE ORE 11.00 PRESSO IL CASELLO AUTOSTRADALE DELLA A14 RIMINI NORD, UNA PATTUGLIA DELLA POLIZIA STRADALE DELLA SEZIONE DI RIMINI PROCEDEVA AL CONTROLLO DI UN FURGONE VOLKSWAGENG CRAFTER DA 35 QUINTALI CON SISTEMA DI REFRIGERAZIONE ADIBITO AL TRASPORTO DI SOSTANZE ALIMENTARI CONDOTTO DA Z.M. CLASSE 1981 DI NAZIONALITA’ CINESE E REGOLARMENTE SOGGIORNANTE A MILANO.

DAI DOCUMENTI DI TRASPORTO SI APPURAVA CHE Z.M. AVEVA CARICATO OLTRE 5 QUINTALI DI PESCE E CROSTACEI CONGELATI E FRESCHI DA UNA DITTA DI MISANO ADRIATICO PER TRASPORTARLI PER CONTO DI UN’ALTRA DITTA INTESTATA AD UN ALTRO CITTADINO CINESE A MILANO.

UNA VERIFICA EFFETTUATA DAGLI OPERATORI EMERGEVA CHE IL FURGONE ERA DI PROPRIETA’ DELLO STESSO Z.M. LEGALE RAPPRESENTANTE DELL’OMONIMA DITTA CON SEDE IN BOLOGNA.

DA UNA VERIFICA EFFETTUATA PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO ED AGENZIA DELLE ENTRATE EMERGEVA CHE LA DITTA DI Z.M. AVEVA CESSATO UFFICIALMENTE LA SUA ATTIVITA’ GIA’ DAL MESE DI MARZO DEL 2018 E QUINDI GLI AGENTI SI ERANO IMBATTUTI IN UN TRASPORTO DEL TUTTO ABUSIVO.

AL CONDUCENTE VENIVA IMMEDIATAMENTE RITIRATA LA CARTA DI CIRCOLAZIONE DEL PROPRIO VEICOLO E CONTESTATA LA SPECIFICA VIOLAZIONE DI CUI ALL’ART.26 DELLA L.298/74 CHE PREVEDE IL FERMO AMMINISTRATIVO DI TRE MESI DEL MEZZO, IL SEQUESTRO AMMINISTRATIVO AI FINI DELLA CONFISCA DELLA MERCE NONCHE’ UNA SANZIONE DI 4130,00€.

GLI ALIMENTI SOTTOPOSTI A SEQUESTRO, DOPO UNA VERIFICA EFFETTUTA DAL PERSONALE DELL’AUSL DI RIMINI INTERVENUTA SUL POSTO (CHE NE HA VERIFICATO IL CORRETTO STATO DI CONSERVAZIONE) SU DISOPOSIZIONI DELL’AUTORITA’ AMMINISTRATIVA VENIVANO AFFIDATI ALLA COMUNITA’ PAPA GIOVANNI XXXIII DI RIMINI.

L’ATTIVITA’ DI CONTROLLO ALLA LEGALITA’ AL SETTORE DELL’AUTOTRASPORTO CONTINUERA’ ININTEROTTA NEI PROSSIMI GIORNI SULLE PRINCIPALI DIRETTRICI DI TRAFFICO DELLA NOSTRA PROVINCIA.