MISANO. VIA GRAMSCI E PIAZZA GRAMSCI CAMBIANO VOLTO: PRESENTATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE E MESSA IN SICUREZZA

VIA GRAMSCI E PIAZZA GRAMSCI CAMBIANO VOLTO:

PRESENTATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE E MESSA IN SICUREZZA

 

Misano Adriatico, 16 ottobre 2021 – È stato presentato ai residenti il progetto di messa in sicurezza e riqualificazione di Via Gramsci e piazza Gramsci.

L’intervento riguarderà i circa 400 metri della via e la piazza Gramsci, attualmente adibita a parcheggio. I lavori previsti partono dai sottoservizi, con il rifacimento e completamento delle fognature di raccolta delle acque meteoriche, e proseguiranno con la riqualificazione dell’arredo urbano. Nello specifico, verranno realizzati nuovi marciapiedi e rifatti quelli esistenti con finitura in autobloccanti in calcestruzzo colorati.

In piazza Gramsci nascerà una nuova rotatoria all’incrocio con via Maroncelli e via Don Milani, nella zona del polo scolastico, e sarà messo in sicurezza il parcheggio con aiuole e nuovi sensi di marcia. Nella piazza verrà realizzato anche un nuovo impianto di pubblica illuminazione e verranno sostituite le linee esistenti della via. Saranno messe a dimora una decina di nuove piante ad alto fusto e si completerà l’intervento con la riasfaltatura dell’intera area e il rifacimento della segnaletica.

L’importo complessivo dei lavori, il cui avvio è previsto per il 25 ottobre, ammonta a 180 mila euro.

“La riqualificazione della via e di Piazza Gramsci – spiega il sindaco Fabrizio Piccioni – risponde a diverse esigenze. In primo luogo ci consente di mettere in sicurezza la parte idraulica dei sottoservizi, come già è stato fatto nelle vie parallele. In secondo luogo di migliorare la viabilità e, pur preservando gli stalli per la sosta, rendere più gradevole l’aspetto dell’area, trasformando quello che ad oggi è a tutti gli effetti un parcheggio in una vera e propria piazza, come si addice all’ingresso di una via così importante. Parliamo, infatti, di un’arteria di attraversamento di Misano molto utilizzata anche dai pedoni e dai bambini che si recano a scuola”.

Lascia un commento