Monte Colombo. A processo l’ex sindaco e altre otto persone

Dovrà fare valere le proprie ragioni durante il processo Eugenio Fiorini, ex sindaco di Monte Colombo, rinviato a giudizio insieme ad altre otto persone, tra parenti, tecnici ed assessori della sua ex giunta. Si parla di falso, truffa aggravata, abuso d’ufficio. Il gip del tribunale di Rimini ha accolto le richieste del pubblico ministero. Il processo si aprirà il 15 maggio prossimo. Oltre a Fiorini (difeso dall’avvocato Roberto Brancaleoni), sono accusati, a vario titolo, Giuseppe e Pierfrancesco Fiorini e Giacomina Casadei (difesi da Alfredo Sartini), Daniele Livi (difeso da Luigino Biagini), l’ex vice sindaco Eleonora Troiani (difesa da Massimiliano Cornacchia e Gilberto Gianni), Mauro Massari (difeso da Nicolò Nadir Durzi), Roberto Boldrin (difeso da Filippo Maria Airaudo), Mara Minardi (difesa da Piero Venturi). Fiorini ha sempre respinto tutte le accuse che gli sono state rivolte.