Montefiore. Scritte ingiuriose anche contro il sindaco

L’odio e la stupidità non conoscono confini. I vandali che hanno preso di mira a Montefiore la targa dell’ispettore Filippo Raciti, verosimilmente sempre nello stesso lasso temporale, hanno con la medesima bomboletta deturpato le mura con scritte ingiuriose contro il sindaco Vallì Cipriani. La stessa ha già ricevuto in passato minacce anonime e vigliacche attraverso lettere. Quando lo scontro politico non conosce limiti insomma, anche se qui la politica c’entra molto poco: più giusto parlare di delinquenza e come tale va contrastata.