Montegridolfo. Luoghi della cultura inaccessibili? La Fattoria Amaltea ha aperto le porte della biblioteca nel bosco ai ‘nuovi nati’

Luoghi della cultura inaccessibili? La Fattoria Amaltea ha aperto le porte della biblioteca nel bosco ai ‘nuovi nati’ (i piccoli di casa) in attesa che a tutti sia data l’opportunità di ritrovare sé stessi: il modo migliore di farlo è immergersi nella natura e circondarsi di libri, rigorosamente classici. Scriveva Thoreau: “Non è invano che il contadino ricorda e ripete le poche parole di latino che ha udito. Infatti, cos’altro sono i classici se non trascrizioni dei più nobili pensieri dell’uomo? Sono gli unici oracoli che non sono decaduti. Non studiarli più sarebbe come smettere di studiare la natura perché è vecchia”.