Montegridolfo. Un’imperdibile opportunità per il metodo Montessori a Rimini: l’amministrazione di Montegridolfo incontra il Provveditore

Venerdì 13 aprile si terrà il tanto atteso incontro fra l’amministrazione di Montegridolfo capitanata dal sindaco Lorenzo Grilli, la dirigente dell’IC di Mondaino, dott.ssa Patrizia Pincini e il dirigente dell’USP di Rimini, dott. Pedrielli per discutere del riconoscimento a tutti gli effetti delle sezioni ad “ispirazione montessoriana” di Trebbio come “sezioni a metodo Montessori”.

 

Già da 3 anni il metodo Montessori è entrato nel plesso di Trebbio di Montegridolfo, dove nel 2015 è stata avviata una sezione di scuola dell’infanzia ad ispirazione montessoriana, seguita nel 2016 dall’apertura di una classe primaria. Tali esperienze sono state le prime nel loro genere ad essere avviate nel territorio dell’intera provincia di Rimini.

 

Il progetto è stato fortemente voluto da un nutrito gruppo di genitori che si sono successivamente costituiti nell’ Associazione Montessori Cascalmondo. Grazie all’impegno profuso dei soci, alla collaborazione attiva dell’Amministrazione Comunale di Montegridolfo e della Dirigenza dell’Istituto Comprensivo di Mondaino, il progetto ha raggiunto traguardi importanti. Sono oltre 45 i bambini che ad oggi frequentano questo percorso e la maggior parte di loro proviene da comuni limitrofi, il che ha dato un forte contributo a preservare i plessi di Trebbio di Montegridolfo dalla chiusura.

 

Nel 2017 l’Associazione Montessori Cascalmondo e la Fondazione Chiaravalle Montessori hanno attivato sul territorio riminese il primo corso di differenziazione didattica Montessori rivolto alle insegnanti di scuola primaria che terminerà a breve.

 

In linea con quanto sta avvenendo nel resto della penisola, dove sezioni a metodo Montessori nascono numerose, ci si aspetta che dopo alcuni di anni di incertezza anche il percorso avviato a Trebbio di Montegridolfo venga finalmente riconosciuto da parte dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Sono ormai ampiamente maturi i tempi e si danno tutte le condizioni affinché questo avvenga senza più indugi. Il plesso di Trebbio ha, infatti, l’opportunità di diventare un polo educativo d’eccellenza del territorio riminese e ulteriori tentennamenti metterebbero a serio rischio l’esistenza non solo del progetto, ma anche del plesso stesso.

I genitori dell’associazione, che in questi anni ha notevolmente contribuito ad animare socialmente e culturalmente il territorio, auspicano fortemente di vedere riconosciuto un percorso educativo di qualità. Dello stesso avviso sono l’Amministrazione di Montegridolfo e la Dirigenza dell’Istituto comprensivo di Mondaino.

 

La parola ora spetta al dirigente dell’USP di Rimini, il Dott. Pedrielli.