Montescudo-Monte Colombo. Tradizione e storia aprono il programma degli eventi

Tradizione e storia aprono il programma degli eventi, il Sindaco Elena Castellari: “Si parte con la Festa del Garagolo e la passeggiata del 25 Aprile, poi tantissimi appuntamenti per famiglie e turisti”

 

Saranno la tradizione e la storia ad inaugurare la stagione 2019 degli eventi del Comune di Montescudo-Monte Colombo: si parte infatti lunedì 22 aprile con la XXXVIII “Festa del Garagolo e pesce fritto” organizzato dalla Pro Loco di Montescudo a Santa Maria del Piano e subito dopo con le celebrazioni del 25 Aprile, che per il secondo anno verranno abbinate a “Passeggiando tra la Memoria – Linea Gotica di Pace” con il ricercatore storico Daniele Susini. “Due eventi sicuramente diversi, ma a cui la nostra comunità è particolarmente legata”, spiega il Sindaco Elena Castellari: “La Festa del Garagolo è da quasi quarant’anni l’appuntamento con cui si apre la bella stagione, il Lunedì dell’Angelo, e attira sempre tantissimi visitatori dalla riviera e anche da più lontano. Dopo la dolorosa rinuncia all’edizione dell’anno scorso, sarebbe stato un vero peccato non riproporla, per questo ringrazio tutti quelli che si sono impegnati per tenere viva questa festa. Il 25 Aprile, invece, spazio a storia e cultura, con la seconda edizione della passeggiata sui luoghi della memoria, lì dove la guerra ha lasciato segni ancora visibili e dove la nostra comunità ha pianto tanti concittadini. Come detto, il programma che stiamo completando proprio in questi giorni, sarà ricco di appuntamenti per le famiglie, come i laboratori nella nuova Biblioteca, gli spettacoli e i concerti all’aperto, ma anche per i turisti, con le grandi sagre estive, tra le più importanti di tutta la Romagna. Un ringraziamento doveroso, quindi, anche alle Associazioni e alle attività economiche che si stanno impegnando per arricchire questo programma, con l’obiettivo, che è anche quello della mia Amministrazione, di far valorizzare il nostro territorio, per chi ci vive e per chi ci viene a conoscere da fuori”.