Montescudo. Pizzaiolo di colore e accuse di razzismo: ora si passa alle vie legali

La vicenda del ristoratore che prima ha accusato di boicottaggio la comunità rea – a suo dire – di non andare nel suo ristorante perché ha assunto un pizzaiolo di colore, si arricchisce di nuovi particolari. Dopo il tira e molla di questi giorni, nel quale il ristoratore ha prima deciso di andarsene, poi di rimanere, sta mettendo a dura prova la pazienza dei cittadini di Montescudo, molti dei quali vedono dietro tutta questa faccenda solo la volontà di farsi pubblicità. E chiedono al sindaco una presa di posizione forte. “Riguardo al clamore scatenatosi nei giorni scorsi per l’accusa di razzismo che ha coinvolto l’intera comunità di Montescudo – Monte Colombo – ha annunciato così tramite Facebook Elena Castellari – mi preme rendere noto che l’amministrazione comunale si sta muovendo per vie legali. I dettagli saranno comunicati alla cittadinanza appena possibile, come sempre”.