Montescudo. Prese pizzaiolo di colore e accusò la gente di boicottarlo: il locale chiude

Pare sia arrivata all’epilogo la “telenovela” del locale di Montescudo finito sotto i riflettori dopo le accuse del gestore, che via social aveva spiegato come fosse vittima di boicottaggio da quando aveva assunto un pizzaiolo di colore e migrante. Il locale in segno di solidarietà era stato preso d’assalto da tantissime persona arrivate da un po’ tutta la provincia. Ora però l’annuncio: si chiude. Uno dei cuochi se ne sarebbe andato e sempre secondo il racconto del titolare nessuno sarebbe disposto a sostituirlo visto il clima che si è creato. La gente di Montescudo infatti non ci sta a passare per razzista, ma vorrebbe finalmente tornare alla normalità. Dal canto suo il gestore ha rinviato al mittente le accuse piovutegli contro di volersi solo fare pubblicità. Ora tutta questa vicenda potrebbe chiudersi.