Morciano. Coronavirus: il sindaco inasprisce le misure, ecco la nuova ordinanza

Emessa nuova ordinanza sindacale
Visto il continuo peggioramento della situazione del contagio nell’ambito della provincia di Rimini (oggi +64 casi di cui 5 non residenti per un totale di 578 casi di cui 16 non residenti);
Nelle more di ulteriori iniziative da parte della regione Emilia Romagna;
Considerato che il dato, giorno dopo giorno, individua un FORTE incremento di casi nell’area della Valconca e a Morciano in particolare.
Assodato che l’unico metodo per ridurre il numero dei contagiati è il cosiddetto DISTANZIAMENTO SOCIALE, è stata emessa la seguente ordinanza, integrativa delle precedenti:
Fino al 3 aprile 2020:
sospeso il mercato settimanale anche per i soli prodotti alimentari;
E’ vietata qualsiasi attività motoria sulle strade e sulle piste ciclabili dell’intero territorio comunale;
Sono chiusi gli orti sociali comunali.
Gli spostamenti previsti per ragioni di lavoro, sanità o forza maggiore, anche a piedi, vanno effettuati compiendo il tragitto minori e autocertificati.

Si ricorda che sono stati chiusi: parchi e giardini, cimitero comunale, casa dell’acqua/latte.

L’inottemperanza al presente provvedimento costituisce reato, e specificamente violazione dell’art. 650 c.p., e comporta l’applicazione della relativa sanzione penale, nonché della ulteriore sanzione amministrativa pecuniaria di euro 400,00 prevista per le violazioni delle disposizioni delle ordinanze sindacali, ai sensi dell’art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000.

L'immagine può contenere: il seguente testo "CORONAVIRUS"