Morciano. Dal 3 giugno e sino al 31.8 suolo pubblico pari a 4 mq. a titolo gratuito ai commercianti

Dal 3 giugno e sino al 31.8 suolo pubblico pari a 4 mq. a titolo gratuito ai commercianti di Morciano.
Anche i commercianti, come i pubblici esercizi, potranno disporre di suolo pubblico gratuito per i prossimi mesi.

Come noto infatti il protocollo regionale per la sicurezza per il commercio in sede fissa prevede limitazioni specie per i negozi con superficie di vendita inferiore a 40 mq.

In particolare il protocollo prevede:
Per evitare assembramenti di clienti all’ingresso dell’esercizio devono essere adottate adeguate soluzioni organizzative. Si prevede, ove possibile, una separazione degli accessi di entrata e di uscita.

Al fine di garantire il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro ed evitare gli assembramenti all’interno dell’esercizio, gli accessi da parte della clientela dovranno essere regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità:
a) attraverso ampliamenti delle fasce orarie;
b) per locali fino a quaranta metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori;
c) per locali di dimensioni superiori a quaranta metri quadrati, l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita.

Sono state avanzate da alcuni negozianti richieste di occupazione suolo pubblico dovute alla limitazione degli spazi interni che non consentono, se non con difficoltà, il rispetto della normativa sopra riportata.

La giunta al fine di andare incontro alle esigenze delle attività economiche in un momento così complicato ha quindi adottato un apposito atto per consentire a tutti i commercianti in sede fissa la possibilità di utilizzare a titolo gratuito, sino al 31.8, una superficie massima di 4 mq. di suolo pubblico in aderenza all’edificio del loro negozio.
Nel rispetto delle norme che prevedono che il marciapiede rimanga libero per almeno 1.5 metri per consentire il passaggio delle persone.

L’iniziativa è particolarmente dedicata a quei piccoli negozi che non hanno la possibilità di rispettare, se non con difficoltà, i criteri di distanziamento sociale e accesso alla superficie di vendita interna.

L’area pubblica occupata potrà essere usata per ospitare i dispositivi DPI necessari (gel, guanti, monouso, ecc) ovvero per quegli espositori di merce che non consentono il mantenimento del distanziamento di un metro tra le persone.

In questo caso, come per la merce posta all’interno, anche per quella posta all’esterno si applicano le norme anti contagio specifiche come la sanificazione delle mani o l’uso di guanti monouso se trattasi di abbigliamento.

Le richieste possono essere presentate allo Sportello Unico delle Attività Produttive.