Morciano di Romagna. Il dramma sportivo della Juventus… e il dramma concreto dei ristoratori

I “non festeggiamenti” per la sconfitta della Juventus in Champions league oltre ad avere infranto i cuori dei tifosi, hanno anche infranto i portafogli di non pochi esercenti, in particolare bar e ristoranti. Lo abbiamo appreso proprio ieri durante un pranzo in un ristorante morcianese. In tanti infatti hanno chiaramente subordinato il pranzo e la festa di sabato sera alla vittora juventina. “Io sono interista – ci racconta un cameriere – ma qui abbiamo tifato tutti juve: con la vittoria sarebbero venute una cinquantina di persone”. Affari d’oro, poi però sfumati. Una scena che si è ripetuta un po’ in tutta la Riviera. “Il problema – racconta ancora il nostro interlocutore – è che si dava scontata la vittoria della Juve. Così anche per prepararci sono state fatte delle spese, per chi voleva ad esempio menù di pesce o cose particolari. C’è chi ha proposto menù a 30 euro ad esempio, ma le cose vanno comprate prima”. Pensate allora al danno provocato quando nessuno si è più presentato nei locali. Anche perché qualcuno non si è presentato dopo aver prenotato. “Alcuni avevano già detto che sarebbero venuti nel tal locale solo in caso di vottoria. Altri invece hanno prenotato e poi non si sono presentati. Un bel danno. Ma con chi te la prendi alla fine?”. Insomma la sconfitta della Juve è stato un dramma sportivo, ma anche un dramma molto concreto per gli affari degli esercenti della zona, ma crediamo che i disagi abbiano riguardato un po’ tutta Italia.

Dior

Lascia un commento