Morciano. Gobetti: dad e lezioni in presenza

??COMUNICATO CONGIUNTO??
?Comune di Morciano di Romagna e Istituto Superiore ‘Gobetti’
?Dad e lezioni in presenza: assicurata la frequenza ai laboratori a tutte le classi e lezioni in presenza agli studenti con bisogni educativi speciali e disabilità
?Il Dpcm del 3 novembre scorso introduce la didattica a distanza (o Dad) al 100 per cento in tutti gli istituti superiori rientranti nelle cosiddette ‘zone gialle’.
?L’istituto superiore ‘Gobetti’ di Morciano è già pronto a recepire, sia da un punto di vista tecnologico che organizzativo, le nuove disposizioni, che diventeranno operative a partire da lunedì 9 novembre.
?Allo stesso tempo la dirigenza scolastica dell’istituto morcianese si è già attivata per garantire, a partire dalla prossima settimana, al fianco della didattica a distanza, la prosecuzione della didattica in PRESENZA per quanto riguarda tutte le attività di laboratorio dei tre indirizzi di studio e una didattica in presenza al cento per cento nei confronti dei ragazzi con disabilità oppure con bisogni educativi speciali (quali Dsa).
?Ciò sarà possibile grazie anche alla connettività a banda larga messa a disposizione da Lepida.
?La rete informatica del ‘Gobetti’, infatti, a seguito anche dei recenti potenziamenti, è in grado di ‘portare’ le ore di lezione nelle case di tutti i suoi studenti senza che si verifichino problemi legati alla latenza della connessione o cadute di linea.
?Nella giornata di SABATO sarà reso noto il nuovo orario scolastico rimodulato sulla base delle recenti disposizioni previste dal Dpcm.
? Intanto prosegue l’attività di screening dei ragazzi e delle ragazze che frequentano il ‘Gobetti’ di Morciano grazie alla convenzione sottoscritta da Comune e Casa di Cura ‘Montanari’.
?Nel mese di ottobre sono stati sottoposti a test sierologico volontario 200 studenti (su 900) dell’istituto superiore (contro i 100 inizialmente previsti).
?Nessuno di loro è risultato essere positivo. Altri 200 test, sempre su base volontaria, verranno effettuati nel mese di novembre. La dirigenza scolastica ringrazia il Comune di Morciano di Romagna e la Casa di Cura Montanari per avere reso disponibili i test in maniera completamente gratuita.
?Nei prossimi giorni l’istituto sottoporrà all’attenzione di Ausl Romagna una proposta operativa da attivarsi nel caso in cui uno studente risulti essere positivo: grazie alla banca dati raccolta nelle ultime settimane attraverso i test sierologici, infatti, sarà possibile snellire e velocizzare l’attività dell’azienda sanitaria, in un momento di forte lavoro, permettendole di focalizzarsi sui soggetti che ancora non hanno effettuato alcun esame.
Giorgio Ciotti – Sindaco di Morciano di Romagna
Simona Flammini – Dirigente scolastico istituto superiore ‘Gobetti’