Morciano. L’ex assessore sport e cultura Federica Cappai spiega le sue dimissioni

Non prendiamo lezioni di trasparenza dal Pd». Federica Cappai, ex assessore alla Cultura e allo Sport della giunta Ciotti, interviene sulle sue recenti dimissioni, sgomberando il campo dalle illazioni. «L’opposizione parla di mal di pancia all’interno della maggioranza e fa riferimento a non meglio precisate voci cittadine. Anziché fare del gossip di paese, il Pd avrebbe potuto chiedere alla diretta interessata. Sarei stata ben contenta di rispondere che le dimissioni non sono state assolutamente dettate da attriti con il sindaco Ciotti o con altri componenti della Giunta, insieme ai quali ho sempre lavorato in armonia e perfetta sinergia, sulla base di un rapporto di stima reciproca e di collaborazione. Concetto che ho già avuto modo di ribadire in un’altra occasione, ma evidentemente il Pd, uscito pesantemente ridimensionato dalle ultime elezioni, preferisce cavalcare fantasie senza alcun fondamento. Ribadisco: ho deciso di rinunciare al mio ruolo di assessore per ragioni esclusivamente personali, in parte legate anche al mio stato di salute.Trovo anzi vergognoso che una forza politica speculi sulla salute di una persona per un semplice tornaconto elettorale. Quanto al lavoro da me svolto in questi mesi, mi sembra superfluo elencare tutti gli eventi e le iniziative che ho contribuito, con il mio tempo e il mio impegno, ad avviare: basti pensare alla rassegna ‘Scrittori raccontati da scrittori’, alla Festa dello Sport, al grande lavoro svolto per riportare il teatro a Morciano con una rassegna che partirà il mese prossimo».