Morciano. Scuola, Ciotti agli studenti: “Sarà un anno interessante, con alcune riforme per le quali alcuni di voi saranno gli apripista”

Anche il sindaco di Morciano ha voluto dedicare nella giornata di ieri belle parole ai ragazzi per il primo giorno di scuola. Lui che da professore conosce forse meglio di altri i sentimenti che si provano quando suona per la prima volta o “risuona” la campanella:

Sono quasi 2000 gli studenti che oggi si ritroveranno sui banchi di scuola di Morciano. Un caloroso benvenuto a tutti quei bambini e quei ragazzi che per la prima volta si affacceranno nelle nostre aule e un grande bentornato a tutti gli altri che già hanno intrapreso la loro carriera scolastica presso i nostri istituti. Sarà un anno interessante, con alcune riforme per le quali alcuni di voi saranno gli apripista: come il nuovo esame al termine del primo ciclo e il nuovo esame di stato per la scuola secondaria di secondo grado, nuove modalità di valutazione, ma anche nuovi progetti, nuove attività.
Perché la scuola non è solo quella che si svolge tra i banchi ma è anche tutto ciò che è relazione, che è apprendimento informale e non formale. In pratica tutto ciò che accade nella vita. Vogliamo che questo accadimento sia positivo per tutti i nostri studenti ed è per questo motivo che in collaborazione con le istituzioni scolastiche sono già stati pensati ampliamenti dell’offerta formativa: in ambito sportivo, culturale, teatrale fino ad arrivare a ipotizzare periodi di alternanza scuola lavoro all’estero per le nostre scuole secondarie di secondo grado. Un caloroso augurio ragazzi per questo nuovo anno scolastico e con esso che i giorni che passerete insieme possano essere quelli da ricordare con felicità ed orgoglio.

Il sindaco Giorgio Ciotti