Novafeltria. Minacce di morte alla ex moglie e all’anziana madre: arrestato 40enne di origine kosovara

I Carabinieri della Compagnia di Novafeltria sempre particolarmente attenti a dare pronte ed efficaci risposte ai reati in danno alle vittime vulnerabili, continuano l’impegno profuso nell’ambito della Rete di Supporto antiviolenza, realizzata in sintonia con le “linee guida” del Protocollo Operativo “CODICE ROSSO”, in attuazione delle direttive sancite dalla Legge n.69 del 2019.

In tale contesto gli uomini dell’Arma hanno arrestato un 40enne di origine kosovara, domiciliato in Valmarecchia, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale – Ufficio GIP – di Urbino, per “minaccia aggravata”.

La settimana passata una donna residente in provincia di Urbino si è presentata presso la Stazione Carabinieri di Novafeltria dichiarando di essere stata minacciata di morte dall’ex convivente, quando venuta in Valmarecchia per salutare la madre, era stata dallo stesso affrontata e minacciata pesantemente sia lei che la madre. Le stesse minacce sono state proferite anche telefonicamente nei confronti del fratello della signora, anch’egli residente nell’urbinate.

Nella circostanza, la donna asseriva che dalla separazione con il suo ex compagno, avvenuta nei primi mesi del corrente anno, i rapporti tra i due sono diventati sempre più tesi; l’uomo infatti più volte l’aveva minacciata di morte, intimorendola in ogni modo con continue liti.

Le immediate indagini svolte e documentate dai Carabinieri a seguito delle dichiarazioni rese dalla donna e di alcuni testimoni, ha consentito alla magistratura di concordare pienamente con quanto esposto dai militari ed emettere subito il provvedimento cautelare.

L’uomo, rintracciato nella serata di ieri in Valmarecchia dai militari della Stazione di Novafeltria, dopo le formalità di rito, è stato portato presso il proprio domicilio ove sconterà la misura cautelare.

 

Lascia un commento