Parrucchieri sperimentano ripartenza

(ANSA) – ANCONA, 08 MAG – Barriere di plexiglas non
obbligatorie, ma eliminazione di alcune postazioni e posti al
lavaggio, guanti e mascherina obbligatori per cliente e
parrucchiere, visiera paraschizzi durante il lavaggio,
sanificazione di locali, arredi, strumenti, orario esteso fino
alle 21:30, appuntamento obbligatorio. Sarà così l’attività di
parrucchieri, barbieri ed estetiste nelle Marche, dove la
Regione punta a riaprire queste attività il 18 maggio in base ad
un protocollo concordato con associazioni di categoria e
autorità sanitarie. Oggi si svolgono due simulazioni ad Ancona
per sperimentarne l’applicazione, una in un salone di
parrucchiere Amoa, della responsabile di Confartigianato
Benessere Marche Sonia Brunella, l’altra nel centro estetico
Stefania Team. Alla prima ha assistito il presidente della
Regione Luca Ceriscioli. “Ieri il ministro Boccia ha fatto
un’apertura importante sul 18 maggio, noi ci siamo – ha detto -,
vediamo se c’è possibilità di anticipare ancora”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte