Privacy e trasparenza dei dati in UE con Trapeze

(ANSA) – MILANO, 29 DIC – Dal ‘deep web’, porzione di
internet ancora sconosciuta al navigatore medio, a ‘deep web of
data’, un mare di informazioni che aumenta giorno dopo giorno,
al crescere delle attività digitali. Tenere traccia di tutti i
canali che ricevono e gestiscono i dati degli utenti è un
compito difficile, quasi impossibile. La volontà di TRAPEZE,
iniziativa promossa dalla Commissione Europea e inserita nel più
ampio programma Horizon 2020, è quella di permettere all’utente
di capire dove vanno a finire le informazioni personali e per
quali modalità vengono utilizzate. Per fare ciò, un ruolo
determinate all’interno del progetto lo svolge Kaspersky Italia,
che ha il fine di proteggere l’app mobile da cui si potrà accedere alle informazioni condivise. “Il nostro impegno –
spiega Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky –
riguarda la formazione in materia di sicurezza, con un sistema
specifico in grado di trasferire alle persone le competenze
necessarie per proteggersi. TRAPEZE poggerà in parte sulla
piattaforma Kaspersky Automated Security Awareness, uno
strumento che aiuta le aziende a bilanciare diversi livelli di
competenza in materia di cyber sicurezza per vari gruppi di
utenti”. TRAPEZE sfrutterà il concetto di grafici dei dati
collegati e di registri distribuiti (blockchain), utilizzati per
controllare il trattamento dei dati. La tecnologia blockchain
garantirà la conformità e il decentramento dei record delle
attività di elaborazione, nonché l’immutabilità stessa dei
record. L’architettura e gli strumenti proposti da TRAPEZE
saranno sviluppati e valutati in condizioni reali in scenari
pilota: governo, telecomunicazioni, servizi informatici e
banche. Responsabilizzazione dei cittadini ma anche supporto
nell’acquisizione del consenso al momento della raccolta e della
registrazione di dati e implementazione della trasparenza
necessaria a capire come si muovono i processi digitali in
Europa. Nei mesi scorsi Kaspersky aveva presentato i primi due
progetti di innovazione sviluppati nell’ambito di Horizon 2020.
    GEIGER con lo scopo di sviluppare una soluzione in grado di
mostrare alle piccole imprese e agli imprenditori quali fossero
i rischi di sicurezza informatica per la loro azienda.
    CitySCAPE, presentato a settembre, con l’obiettivo di proteggere
l’ecosistema dei trasporti multimodali. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte