PROGETTO SHARE, in Valconca tante iniziative per i ragazzi

 

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento.

Partendo da questo suggestivo proverbio cinese, il circolo Ali di Farfalle prosegue con le sue attività in Valconca.

A partire da sabato 14 novembre hanno preso il via una nuova serie di azioni legate al “Progetto Share”, finanziato dal bando regionale DGR 689/2019 e rivolto a tutti i ragazzi della Valconca. Si tratta di appuntamenti completamente gratuiti, per l’accesso è sufficiente l’invio di un Whatsapp al numero 351 7712248.

Per affrontare, con resilienza, il vento del Covid costruendo, elaborando e riciclando, stando ancora insieme, divertendosi…

E così, ecco i laboratori creativi gratuiti a Mondaino, al Centro Giovanile Orizzonti (via Roma, 59), rivolti a ragazze e ragazzi dai 12 anni. Gli incontri sono tenuti dall’educatrice Denice Tombesi. Prenotazione obbligatoria al 351 7712248 (tramite messaggio Whatsapp).

E poi il tutorial web di autocostruzione di forni solari perfettamente funzionanti. Corso on line in due puntate (2 e 16 dicembre) condotto dall’ingegnere Matteo Muccioli. Anche in questo caso è tutto gratis, obbligatoria la prenotazione tramite Whatsapp al 351 7712248.

L’ultima (ma certo non per importanza) iniziativa è intitolata “Esperienze sostenibili”. Si tratta di attività di educazione ambientale e alla sostenibilità, accompagnati da una guida esperta per conoscere il territorio della Valconca e imparare a preservarlo.

Si comincia il 5 dicembre con l’escursione a Mondaino “Alla scoperta dei licheni, bioindicatori di qualità dell’aria”.

Le attività sono gratuite, obbligatoria la prenotazione tramite Whatsapp al 351 7712248.

Progetto Share

Promozione della partecipazione e del protagonismo dei minori e dei giovani, perché diventino agenti del cambiamento – Bando DGR 689/2019

Introduzione

Il progetto è rivolto ai ragazzi residenti nel Distretto di Riccione, in particolare nel territorio della Valconca e dell’Alta Valconca.

Finalità delle azioni legate al Progetto SHARE è promuovere la partecipazione e il protagonismo dei minori e dei giovani, perché diventino essi stessi agenti del cambiamento del proprio territorio.

Il focus del progetto è fortemente green, vuole infatti fare diventare i ragazzi protagonisti dello sviluppo di un modello di Economia Circolare che punti al riuso, contrapposto alla logica dell’usa e getta, ma anche alla sensibilizzazione sul tema del riciclo.

Il progetto vede come capofila l’associazione di promozione sociale Ali di Farfalle (di Montegridolfo), insieme a Villaggio Arcadia aps di Saludecio, Associazione San Michele Arcangelo odv di Morciano e Noi del Campanone aps di Montescudo.

Alla rete di associazioni promotrici si aggiunge il supporto di Volontarimini CSV e dell’Ufficio di Piano del Distretto di Riccione.

Sviluppo del progetto

L’avvio della progettualità è stato ottimale. Attraverso gli incontri svolti con i rappresentanti delle Politiche Giovanili delle Amministrazioni Comunali e i referenti dei diversi Istituti Scolastici coinvolti, è stato raggiunto l’obiettivo di incontrare e sensibilizzare circa 900 ragazzi sul territorio della Valconca attraverso momenti di confronto e discussione guidati da un’educatrice e tramite una presentazione interattiva.

Tra dicembre 2019 e gennaio 2020 abbiamo incontrato:

  • 15 classi scuola secondaria di primo grado

Istituto Comprensivo Valconca e Istituto Comprensivo Mondaino

  • 21 classi scuola secondaria di secondo grado

Istituto Superiore “Gobetti – De Gasperi” Morciano di Romagna

A fine gennaio sono state distribuite sul territorio 30 Share box presso scuole, parrocchie e altri punti aggregativi e di ritrovo, finalizzate alla raccolta di materiale usato.

La prima raccolta del materiale sarebbe dovuto avvenire a fine febbraio. Non è stato possibile farlo…

In risposta all’emergenza sanitaria Covid-19 la Rete di Progetto ha rimodulato parte delle azioni previste, dando vita a Share the Help e Share the Voice.

Le Associazioni San Michele Arcangelo e l’aps Noi del Campanone si sono occupate di:

– distribuzione a domicilio delle derrate alimentari o di farmaci rispettivamente nella zona di Morciano e di Montescudo;

– trasporto sociale per persone con difficoltà o esigenze specifiche;

– acquisto di pacchi viveri e materiale di supporto per famiglie indigenti (es. mascherine, disinfettanti). Questa nuova azione ha preso il nome di “Share the Help”.

Ali di Farfalle ha lanciato nel contempo una campagna di diffusione di buone notizie tramite social, che desse sostegno “morale” a tutti gli utenti e che contribuisse a diffondere l’informazione sulle iniziative di supporto presenti sul territorio anche per attivare il ricircolo di buone prassi da diffondersi nelle diverse realtà. Tale servizio è stato chiamato “Share the Voice”.

A partire da giugno si è ricominciato a lavorare per ridefinire insieme alle Amministrazioni Comunali le migliori modalità di sviluppo delle azioni di progetto in piena sicurezza.

Purtroppo, pur avendo avanzato proposta di un protocollo di sicurezza mirato, non ci è stato possibile attivare le successive azioni (fase 3) delle attività previste nel progetto. In particolare l’uso degli spazi è stato condizionato al non stoccaggio di materiale usato.

Perciò a settembre è stata inviata alla Regione una ulteriore rimodulazione, che prevede:

? appuntamenti rivolti ai giovani su tematiche ecologiche e di valorizzazione del territorio

? un appuntamento settimanale nel comune di Mondaino e uno nel comune di Saludecio con personale educativo presente

? laboratori di riutilizzo e riuso con esperti in presenza o on line

? incontri formativi e divulgativi di economia circolare in presenza o on line

Il progetto terminerà il 31 gennaio 2021 e stiamo lavorando per concluderlo con un evento finale in presenza, emergenza sanitaria permettendo.

Lascia un commento