Provincia Rimini: Firmato il protocollo d’intesa per la mobilità e la viabilità della Valmarecchia

 

È stato firmato questa mattina in Provincia il Protocollo d’intesa per la mobilità e la viabilità della Valmarecchia.
Ridurre significativamente i tempi di percorrenza, aumentare la sicurezza stradale e abbattere l’inquinamento nei centri abitati, nel quadro di un intervento di miglioramento e razionalizzazione del sistema mobilità e viabilità della Valmarecchia, sono gli obiettivi dell’accordo firmato dalla Provincia di Rimini e, dopo il passaggio nelle rispettive giunte, dai Comuni di Rimini, Santarcangelo di Romagna, Poggio-Torriana, Verucchio, San Leo, Novafeltria, Talamello, Pennabilli, Casteldelci e Maiolo (la firma di Sant’Agata Feltria, deliberata in giunta comunale, sarà presa nei prossimi giorni).
Nel dettaglio, questo è il programma degli interventi:
SP 258 “Marecchiese”: realizzazione di specifiche varianti di tracciato in alcuni punti e riqualificazione in asse del tracciato storico in altri tratti, per dare soluzione alle criticità esistenti (Novafeltria, Secchiano, Pietracuta, Ponte Prena e Villa Verucchio); tempistica. In accordo con ANAS approvazione dei progetti entro un anno e completamento lavori entro tre anni dalla firma del protocollo
SP 14: potenziamento anche attraverso nuove opere, tra cui un nuovo ponte sul Marecchia, in sostituzione del Ponte esistente di collegamento tra Sp258 e Sp14; tempistica: approvazione progettazione esecutiva entro due anni e avvio lavori entro tre anni dalla firma del protocollo;
collegamento tra la Sp258 e la E45; tempistica da definire in accordo con Anas, anche attraverso accordi con la Regione Emilia-Romagna;
potenziamento del trasporto pubblico locale attraverso la ridefinizione e il miglioramento delle linee esistenti, anche con l’incremento del trasporto a chiamata (interventi da avviare entro sei mesi, conclusione entro due anni); e progettazione e realizzazione del sistema di collegamento con la costa con TRC/Metromare.
potenziamento della rete ciclabile locale, sia urbana che extraurbana; tempistica: interventi entro due anni;
inserimento della Valmarecchia nei percorsi ciclabili di lunga percorrenza ItalVelo e EuroVelo, con il recupero dei tracciati ferroviari dismessi: tempistica. Interventi entro tre anni;
(interventi da realizzare entro due anni);
Quanto agli impegni dei firmatari, la Provincia programmerà nel proprio bilancio le risorse necessarie per la progettazione di quanto di sua competenza e a verificare la possibilità di accedere ad altre risorse regionali, statali ed europei; inoltre, pianificherà nei propri strumenti di programmazione territoriale (PTAV) quanto definito nel Protocollo, rappresentando il quadro delle decisioni assunte nei confronti degli Enti sovraordinati. I Comuni si impegnano ad assumere atti coerenti e conseguenti a quanto definito dal quadro delle azioni stabilite, sia in relazioni alla programmazione urbanistica, sia alla pianificazione economica finanziaria.
“Sono molto soddisfatto – dichiara il presidente della Provincia Riziero Santi – perché ritengo che oggi, con la firma di quest’accordo, gli amministratori del nostro territorio abbiano finalmente e concretamente posto le basi per un autentico miglioramento e una intelligente razionalizzazione del sistema di mobilità e viabilità della Valmarecchia, raggiungendo al contempo gli obiettivi di ridurre i tempi di percorrenza e l’inquinamento e aumentando la sicurezza stradale.”


Provincia di Rimini

Lascia un commento