Quegli sms durissimi di Salvini: ?”Questi grillini sono delle m…”

Ma non solo. Il leghista prima ha affrontato fuorioso il premier dicendogli: “Guarda che così non si va da nessuna parte. Con gli insulti non risolvete nulla. Con gli attacchi personali non ottenete niente. Sappiate che Siri non si dimette. Né ora né mai. Ma di che stiamo parlando? Con questo atteggiamento state bloccando il Paese solo per le elezioni europee. Ma allora ditelo, ditelo che volete far saltare tutto”.

E poi Salvini ha lanciato un avvertimento: “Dì a quello che dopo le elezioni facciamo i conti…”. Il riferimento è a Luigi Di Maio con il quale non si parla più dopo il caso Siri. Le parole che usa Salvini per apostrofare i pentastellati sono dure: “Quegli scappati di casa, quei mascalzoni che fanno i giustizialisti quando pare a loro..”. Insomma, la tensione è altissima. Il Giornale.it