Rimini. Coronavirus da paura: non ci sarà a Rimini il Capodanno cinese atteso sabato, ecco perché

Non ci sarà la festa per il Capodanno cinese attesa sabato. Gli organizzatori dell’evento che si sarebbe dovuto tenere nella sala parrocchialesa di San Giuseppe al porto hanno annullato l’iniziativa. Ci sono famiglie che vanno in Cina e che sono tornate: impossibile stabilire chi ha compiuto questi viaggi. Per evitare qualsiasi rischio si è preferito annullare la festa.

Intanto sale a 132 il bilancio delle vittime da coronavirus. Nella provincia di Hubei, da dove è partito il contagio, si contano 25 nuovi decessi e 840 nuovi casi. In Cina i casi confermati sono quasi 6mila (5974 per la precisione), secondo le stime governative.

Anche in Europa cresce il numero di contagiati: quattro casi accertati in Francia, quattro in Germania dove sono risultati positivi i dipendenti della stessa azienda. Intanto cittadini statunitensi e giapponesi, a bordo di voli charter, stanno lasciando Wuhan, città considerata epicentro del contagio.

La Casa Bianca ha comunicato a tutte le compagne aeree che sta considerando di sospendere tutti i voli da e per la Cina. La United Airlines ha deciso di sospendere i voli da alcune città della Cina verso gli Stati Uniti, come misura preventiva contro la diffusione del coronavirus. Le città interessate sono Pechino, Shanghai e Hong Kong.