Romagna. ESAME AVVOCATI. MANIFESTAZIONE LEGA, MORRONE: SOLIDARIETA’ AI 25.000 PRATICANTI DIMENTICATI DA BONAFEDE

ESAME AVVOCATI. MANIFESTAZIONE LEGA, MORRONE: SOLIDARIETA’ AI 25.000 PRATICANTI DIMENTICATI DA BONAFEDE

Roma, 9 dicembre. “Il 15 dicembre prossimo appuntamento davanti al ministero della Giustizia a manifestare insieme alle migliaia di giovani praticanti dimenticati e ignorati da questo Governo e in particolare dal Guardasigilli Alfonso Bonafede. Qui si mette a rischio il futuro di un’intera generazione di aspiranti avvocati ledendone la dignità e le legittime aspirazioni”.
Così il parlamentare Jacopo Morrone in una nota, dove ringrazia il collega Luca Toccalini, coordinatore federale Giovani della Lega, per l’impegno profuso per la manifestazione indetta davanti al ministero di via Arenula nello stesso giorno in cui “25.000 giovani avrebbero dovuto essere impegnati nella prima prova scritta dell’esame di abilitazione alla professione di avvocato”.
“E’ uno scandalo che questi aspiranti avvocati siano stati abbandonati senza alcuna indicazione da parte del ministro rispetto alla data in cui potranno svolgere in sicurezza l’esame di abilitazione alla professione forense. Malgrado siano ormai note da diversi mesi le prescrizioni relative all’emergenza sanitaria, i vertici ministeriali non si sono minimamente preoccupati di trovare soluzioni e luoghi idonei allo svolgimento dell’esame e di rinforzare le commissioni. L’epidemia ha paradossalmente fatto emergere, in tutta la sua deflagrante gravità, il disinteresse di una certa classe politica per i giovani e per il loro futuro, in particolare per questi aspiranti professionisti. Per l’ennesima volta Bonafede non è stato in grado di gestire neppure le attività ordinarie, interferendo negativamente sulla vita di persone che, in questo momento storico, avrebbero meritato ben altra attenzione e rispetto”.

Ufficio Stampa Lega Romagna

Lascia un commento