Romagna. Indennizzi regioni: Lombardia batte Emilia-Romagna 167 a 10. Morrone: Bonaccini predica bene ma razzola male

INDENNIZZI REGIONI: LOMBARDIA BATTE EMILIA-ROMAGNA 167 A 10, MORRONE: BONACCINI PREDICA BENE MA RAZZOLA MALE

Forlì, 24 dicembre. “Stefano Bonaccini predica bene ma razzola male. Ha propagandato come fossero la manna dal cielo i dieci milioni messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna per imprese e lavoratori in affanno, che sono ben poca cosa di fronte ai 167 messi sul piatto dal presidente della Lombardia Attilio Fontana. Milioni che, tra l’altro, sono già arrivati ai destinatari lombardi, mentre la nostra Regione sembra ancora alle prese con i criteri di riparto. Ma non basta. Con la variazione di bilancio appena approvata dalla maggioranza Pd nel ‘parlamento’ regionale, Bonaccini ha tagliato altri 250 milioni agli stessi settori produttivi per cui queste risorse sarebbero risultate vitali. Tagli di quasi 4 milioni per sport e tempo libero, di oltre 69 milioni per il turismo, di oltre 20 milioni per industria, Pmi e artigianato, di 2 milioni per il commercio, di oltre 42 milioni per ricerca e innovazione, di 15 milioni per servizi di pubblica utilità e addirittura un taglio netto di 60 milioni per il sostegno all’occupazione e di 37 milioni per le fonti energetiche. Un’operazione non propagandata con la solita enfasi, funzionale a finanziare il sistema sanitario dell’Emilia-Romagna collassato per l’emergenza Covid dopo i tagli scriteriati subiti nell’ultimo decennio. E’ ovviamente lecito indirizzare risorse alla sanità, ma non a discapito dell’economia regionale, decretando la morte di tante imprese. La Giunta Pd, insomma, non risolve i problemi ma li aggrava: è così che nel confronto con le politiche lombarde di rilancio l’Emilia-Romagna mostra tutte le sue crepe, anche in considerazione del fatto che già lo scorso maggio la Lombardia ha approvato una legge specifica per la ripresa economica (L.R. 9/2020) con la quale ha stanziato 3,5 miliardi, attraverso Cassa Depositi e Prestiti, per finanziare investimenti e sviluppo infrastrutturale. Un altro mondo, un’altra visione. Intanto l’Emilia-Romagna aspetta ancora i 21 milioni del Governo annunciati come imminenti da Bonaccini il primo dicembre. Insomma, il ‘bazooka di investimenti’ che il governatore piddino aveva promesso con la solita tracotanza ha fatto cilecca”.

Ufficio Stampa Lega Romagna

Lascia un commento