San Giovanni. Emergenza di rischio idraulico: esercitazione della protezione civile

Cinquanta uomini hanno preso parte ieri mattina all’esercitazione unificata dell’Ufficio associato di Protezione Civile dell’ambito della Riviera del Conca. Coinvolti i Comuni di Riccione, Misano Adriatico, Cattolica, Coriano e San Giovanni in Marignano.

Si è trattato di una prima grande prova generale consistita nella verifica, in più fasi, delle procedure di intervento che si attivano durante le situazioni di emergenza di rischio idraulico. Erano presenti tecnici della Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale, Protezione Civile della Repubblica di San Marino, Prefettura, Vigili del Fuoco, Provincia di Rimini, volontari della Associazione “Arcione” e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Sono state attivate tutte le articolazioni organizzative del Centro Operativo della Riviera del Conca, a partire dal Presidio Operativo H24, e dei presidi territoriali di Polizia Locale dei Comuni coinvolti. Il modello d’intervento testato durante l’esercitazione è stato quello relativo agli eventi atmosferici che possono essere preannunciati dal punto di vista meteo idrogeologico in riferimento agli indirizzi nazionali e regionali e alla pianificazione intercomunale di emergenza.