San Giovanni. Fa sparire merce per 200.000 euro: nei guai dipendente infedele

Dai magazzini della ditta per cui lavora ha fatto sparire materiale elettrico per un controvalore di 200.000 euro. È stato l’amministratore delegato e legale rappresentante della società a presentare denuncia-querela alla Procura della Repubblica di Rimini, al termine di una relativamente breve indagine interna. Il dipendente infedele sarebbe un 50enne residente a San Giovanni in Marignano ora indagato per furto aggravato in concorso con ignoti. Per far uscire dai magazzini di Riccione della società ha infatti dovuto inventare due spedizioni all’estero per altrettanti clienti inesistenti. È dunque caccia ai complici.