San Giovanni. Terrore in casa: il 23enne aveva bloccato la fuga dei genitori sfondando il parabrezza dell’auto

Ha iniziato ad urlare di voler accoltellare la madre. Ai genitori non è restato altro che prendere l’auto e fuggire. Il figlio tuttavia in preda a un raptus ha raccolto un grosso masso sfondando il parabrezza e bloccando loro la fuga. E’ accaduto in una proprietà privata a Santa Maria in Pietrafitta. Al loro arrivo, i militari hanno trovato il padre sanguinante alla testa che tentava di calmare il 23enne che armato di coltello continuava a inveire. Ad un certo punto è scappato sopra un capanno all’interno della proprietà e si è asserragliato sul tetto. Dopo un’ora circa di continuo dialogo, i carabinieri sono entrati in azione, anche per scongiurare che il giovane potesse compiere il gesto estremo: così, mentre un militare ha continuato a distrarlo parlando con lui, altri tre colleghi, arrampicatisi sul tetto pericolante, lo hanno raggiunto alle spalle e sono riusciti ad immobilizzarlo. Alla fine il giovane è stato denunciato per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.