SAN PATRIGNANO. “Tutto in un abbraccio”. Presentato il nuovo libro sulla storia di San Patrignano e dei suoi 26 mila ragazzi tornati alla vita

 

Dalla visione di Vincenzo Muccioli ai traguardi odierni, Giorgio Gandola firma il racconto degli oltre 40 anni della più importante comunità di recupero d’Europa, un progetto in grado di evolvere senza mai cambiare la sua missione.

9 dicembre 2020
In un momento storico nel quale l’uso di sostanze stupefacenti è tornato ad emergere con
allarmante urgenza, “Tutto in un abbraccio” ci fa ripercorrere gli oltre 40 anni di storia di
San Patrignano, le complessità e i cambiamenti che hanno portato l’audace visione del
suo fondatore, Vincenzo Muccioli, ad essere oggi porto sicuro per migliaia di giovani che si
sono smarriti in uno dei più grandi drammi del nostro tempo, oltre che autorevole punto di
riferimento ed eccellenza internazionale nel recupero dei tossicodipendenti.
Per usare le parole di Alessandro Rodino Dal Pozzo, Presidente della Comunità San
Patrignano, il libro di Giorgio Gandola, è “una vera e propria camminata nel tempo, in una
San Patrignano fatta di gioie e dolori. Un vissuto di oltre 40 anni che l’autore descrive in
maniera fluida dando al lettore una fotografia molto fedele della realtà. Un’immagine che
partendo da ieri, arriva a oggi, esprimendo lo stesso comune denominatore: il problema
droga da una parte e una comunità che cerca di fare qualcosa per contrastarlo dall’altra. A
non cambiare, nel tempo, quei valori su cui San Patrignano è stata fondata”.
“Tutto in un abbraccio”, grazie ad una preziosa raccolta di testimonianze inedite di chi,
fin dalla fondazione della Comunità, ha prodigato la sua vita all’accoglienza e al recupero
di tantissimi giovani approdati a San Patrignano da tutta Italia e da molti altri paesi nel
mondo, è il racconto di un modello che è riuscito a rispondere per oltre 40 anni alle
mutevoli e innumerevoli sfide che la Comunità si è trovata ad affrontare: dal continuo
mutare del fenomeno della tossicodipendenza, alla piaga dell’AIDS nei primi anni, alle
nuove sfide educative e di preparazione a un reinserimento nel mondo del lavoro.
“Tutto in un abbraccio. La storia di San Patrignano e dei 26 mila ragazzi tornati alla vita” –
edito e distribuito da Panorama, sarà disponibile dal 9 dicembre in edicola, e
successivamente acquistabile sullo shop online della Comunità: shop.sanpatrignano.org/

 

San Patrignano dal 1978 ha accolto oltre 26mila ragazzi e ragazze con problemi di
tossicodipendenza in modo completamente gratuito, offrendo loro una casa, assistenza
sanitaria e legale, formazione professionale e il calore di una famiglia.
Oggi ospita 1200 giovani, ragazze e ragazzi che durante il percorso riacquistano la
fiducia in sé e il rispetto degli altri, si impegnano in un confronto continuo con i propri limiti,
per superarli e diventare persone migliori. Qui tutti fanno qualcosa per gli altri, sono storie
di vita diverse, eppure accomunate dallo stesso destino: strappare la propria vita alla
dipendenza. Perché ogni vita è importante, unica e speciale.
Ognuno di loro è impegnato in un percorso di formazione professionale così che potranno
più facilmente reinserirsi nella società una volta terminato il percorso. I prodotti realizzati
nei laboratori di San Patrignano permettono alla Comunità di essere sostenibile e
autofinanziarsi continuando ad aprire le porte a chi chiede aiuto.

Lascia un commento