Serie A, la giornata di ieri

Napoli e Milan in scia di Juve e Inter, che ieri avevano fatto la voce grossa in trasferta, andando a vincere a suon di gol sui campi di Genoa (4-2) e Roma (3-1). La seconda giornata del massimo campionato si chiude con le big in testa, perché la squadra di Sarri e quella di Montella si sono imposte rispettivamente con Atalanta e Cagliari in casa, ma tra mille sofferenze. Il Napoli è stato a lungo sotto per il gol dopo un quarto d’ora di Cristante. Nella ripresa, però, ci hanno pensato Zielinski, il solito Mertens e Rog a ristabilire le gerarchie e a domare la ‘bestia nera’ bergamasca (nella passata stagione zero punti e zero gol fatti contro Gasperini). Quanti tormenti anche per il Milan che Cutrone (sei partite, quattro gol) lancia verso una vittoria agevole e invece Joao Pedro firma il pari: ci vuole una magnifica punizione di Suso per riportare i rossoneri avanti. Per i sardi, due partite e due sconfitte: una partenza di fuoco.

Due turni e Var già divide, ecco tutti i casi

Nella Lazio si sblocca Ciro Immobile e arriva la prima vittoria, sul campo del Chievo: a firmarla, però, ci pensa Milinkovic-Savic, dopo che Pucciarelli aveva firmato il pari. La Fiorentina aveva già intuito che sarebbe stata una stagione complicata e ne ha avuto conferma stasera, sul proprio terreno, dove è stata sconfitta dalla Samp, in gol con il due d’attacco formato da Caprari e Quagliarella. Inutile il gol di Badelj. La Spal torna a vincere in serie A dopo 49 anni, battendo l’Udinese 3-2. Un match non senza sorprese, con i gol di Borriello e Lazzari che avevano fatto subito cullare il sogno del successo per la Spal. Ma i friulani non mollano e, prima con Nuytinck, poi con Théréau raggiungono i ferraresi. Il sale, però sta nella coda e Rizzo al 3? dei 7? di recupero concessi dall’arbitro firma il definitivo 3-2.

Nel pomeriggio il Torino aveva strapazzato il Sassuolo per 3-0 con un gol da cineteca di Belotti: spettacolare e acrobatica rovesciata su cross dalla destra di De Silvestri. Lasciarlo partire adesso diventa più difficile.

Napoli e Milan in scia di Juve e Inter, che ieri avevano fatto la voce grossa in trasferta, andando a vincere a suon di gol sui campi di Genoa (4-2) e Roma (3-1). La seconda giornata del massimo campionato si chiude con le big in testa, perché la squadra di Sarri e quella di Montella si sono imposte rispettivamente con Atalanta e Cagliari in casa, ma tra mille sofferenze. Il Napoli è stato a lungo sotto per il gol dopo un quarto d’ora di Cristante. Nella ripresa, però, ci hanno pensato Zielinski, il solito Mertens e Rog a ristabilire le gerarchie e a domare la ‘bestia nera’ bergamasca (nella passata stagione zero punti e zero gol fatti contro Gasperini). Quanti tormenti anche per il Milan che Cutrone (sei partite, quattro gol) lancia verso una vittoria agevole e invece Joao Pedro firma il pari: ci vuole una magnifica punizione di Suso per riportare i rossoneri avanti. Per i sardi, due partite e due sconfitte: una partenza di fuoco.

Due turni e Var già divide, ecco tutti i casi

Nella Lazio si sblocca Ciro Immobile e arriva la prima vittoria, sul campo del Chievo: a firmarla, però, ci pensa Milinkovic-Savic, dopo che Pucciarelli aveva firmato il pari. La Fiorentina aveva già intuito che sarebbe stata una stagione complicata e ne ha avuto conferma stasera, sul proprio terreno, dove è stata sconfitta dalla Samp, in gol con il due d’attacco formato da Caprari e Quagliarella. Inutile il gol di Badelj. La Spal torna a vincere in serie A dopo 49 anni, battendo l’Udinese 3-2. Un match non senza sorprese, con i gol di Borriello e Lazzari che avevano fatto subito cullare il sogno del successo per la Spal. Ma i friulani non mollano e, prima con Nuytinck, poi con Théréau raggiungono i ferraresi. Il sale, però sta nella coda e Rizzo al 3? dei 7? di recupero concessi dall’arbitro firma il definitivo 3-2.

Nel pomeriggio il Torino aveva strapazzato il Sassuolo per 3-0 con un gol da cineteca di Belotti: spettacolare e acrobatica rovesciata su cross dalla destra di De Silvestri. Lasciarlo partire adesso diventa più difficile.

l quadro della seconda giornata (RISULTATI E CLASSIFICA) – LIVE

  • Chievo-Lazio 1-2 (Immobile, Pucciarelli, Milinkovic)
    Crotone-Verona 0-0
  • Fiorentina-Sampdoria 1-2 (Caprari, Qualgiarella, Badelj)
    Milan-Cagliari 2-1 (Cutrone, Joao Pedro, Suso)
    Napoli-Atalanta 3-1 (Cristante; Zielinski, Mertens,Rog)
    Spal- Udinese 3-2 (Borriello, Lazzari, Nuytinck, Thereau, Rizzo)

 I gol

  • Spal-Udinese 3-2: 49? st, dal vertice di sinistra, Rizzo si smarca e inventa diagonale a mezz’altezza che s’insacca sul palo lontano
  • Napoli-Atalanta 3-1: al 42? st perfetta ripartenza degli azzurri, da Callejon a Mertens a Rog che con il sinistro trafigge Berisha
  • Chievo-Lazio 1-2: 44? st Milinkovic-Savic riceve al limite dell’area e fa partire un destro al fulmicotone che trafigge Sorrentino.
  • Spal-Udinese 2-2: al 41? del st, Thereau batte Gomis e realizza rigore assegnato per intervento su Perica. Decisione tramite VAR.
  • Spal-Udinese 2-1: 27? st, sugli sviluppi di un angolo, Nuytinck salta tra Schiattarella e Borriello e insacca con colpo di testa
  • Milan-Cagliari 2-1: 25? st, gol di Suso su calcio di punizione. Spagnolo calcia sinistro a rientrare perfetto, palla sul primo palo
  • Napoli-Atalanta 2-1: al 16? st Allan pesca Insigne in area, sponda aerea per Mertens che trafigge Berisha da posizione ravvicinata
  • Milan-Cagliari 1-1: all’11’ del st, sinistro piazzato di Joao Pedro, lasciato libero in area. Assist di Farias.
  • Napoli-Atalanta 1-1: 11? st, corner ribattuto, al limite Zielinski controlla di petto e insacca con un missile di destro nel sette.
  • Spal-Udinese 2-0: all’8? del st, VAR assegna gol di Lazzari dopo 3? di valutazioni: lo spallino non era fuorigioco.
  • Fiorentina-Sampdoria 1-2: al 5? del st, volee di piatto destro di Badelj dall’altezza del dischetto su cross da destra di Gil Dias.
  • Fiorentina-Sampdoria 0-2: al 34? del pt, Quagliarella spiazza Sportiello e trasforma il rigore assegnato per mani di Tomovic.
  • Fiorentina-Sampdoria 0-1: al 32? del pt, sinistro potente di Ramirez, tap-in vincente di Caprari sulla respinta di Sportiello.
  • Chievo-Lazio 1-1: al 34? pt un tiro da fuori di Radovanovic carambola su Inglese e giunge a Pucciarelli che insacca con il destro.
  • Spal-Udinese 1-0: 25’pt, Borriello riceve una palla sporca al limite e dopo una ribattuta piazza un destro morbido sul secondo palo
  • Napoli-Atalanta 0-1: 15? pt, calcio d’angolo battuto dalla destra, a centro area Cristante anticipa Maggio e di testa gira in rete
  • Milan-Cagliari 1-0: al 10? del pt, giocata di Suso sulla destra, cross al centro, zampata vincente di Cutrone nell’area piccola.
  • Chievo-Lazio 0-1: 11? pt, corner dalla sinistra, Sorrentino esce a vuoto e sul secondo palo ben appostato Immobile incorna in rete.