Slitta a 31 luglio perizia Ponte Genova

(ANSA) – GENOVA, 13 MAG – Slitta ancora, sempre a causa della
pandemia da Coronavirus, la consegna della seconda perizia sulle
cause del crollo del ponte Morandi, il viadotto collassato il 14
agosto 2018 causando la morte di 43 persone. Lo ha deciso il
giudice per le indagini preliminari Angela Nutini che oggi ha
inviato la comunicazione ai 71 indagati, più le due società Aspi
e Spea. Il termine per la consegna era stato fissato per il 14
giugno mentre adesso è slittato al 31 luglio. Slittata anche
l’udienza che era stata fissata per l’otto giugno: il gip ha
rinviato al 14 luglio per la nomina di un nuovo perito. NOn è
ancora stato stabilito dove verrà celebrata l’udienza visto che
è ancora in corso la trattativa per usare gli spazi della Fiera
del mare. Il nuovo rinvio è arrivato a causa delle limitazioni
imposte dal Dpcm sull’emergenza Coronavirus con la conseguente
impossibilità per il collegio peritale, composto da tre
ingegneri, di riunirsi per stilare la relazione.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte