Spread Btp-Bund apre in deciso calo a 231 punti

Piazza Affari consolida il rialzo segnato in apertura (Ftse Mib +1,2%) spinta dal calo dello spread a 231 punti dopo il via libera del Consiglio Europeo al Mes venerdì scorso. In prima linea i bancari Bper (+3%), Banco Bpm (+2,96%), Mediobanca (+2,93%) e Unicredit (+2,63%). Corre anche Poste (+2,92%), più cauta invece Intesa (+2,33%) ed Mps (+2,27%). Acquisti su Fca (+1,9%), sulla scia della corsa degli automobilistici a Tokyo dopo le vendite in aprile, bene Tim (+1,3%) e Saipem (+1,3%), nonostante il ripiegamento del greggio (Wti -2%), più cauta Eni (+0,8%). Piatta Terna (+0,07%), nessun titolo in rosso nel paniere.

E’ in netto calo questa mattina lo spread tra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 231 punti base dai 238 della chiusura di venerdì scorso, con un tasso di rendimento del decennale italiano dell’1,77%.

Apertura in rialzo per le principali borse europee. Londra guadagna lo 0,59% a 5.970 punti, Francoforte lo 0,4% a 10.948 punti e Parigi lo 0,25% a 4.561 punti.

Le Borse cinesi chiudono la seduta poco sotto la parità: l’indice Composite di Shanghai si attesta a 2.894,80 punti (-0,02%), mentre quello di Shenzhen cede lo 0,24%, a quota 1.804,74.


Fonte originale: Leggi ora la fonte