‘Tempesta emotiva’, pg chiede 30 anni

(ANSA) – BOLOGNA, 15 LUG – La Procura generale di Bologna
chiede la conferma della sentenza di primo grado, cioè della
condanna a 30 anni, per Michele Castaldo, 57 anni, imputato per
l’omicidio di Olga Matei, 46, commessa di origine moldava con
cui aveva avuto una relazione, strangolata a Riccione (Rimini),
il 6 ottobre 2016. E’ l’appello bis, dopo il rinvio della Cassazione, del caso
diventato famoso per la ‘tempesta emotiva’, l’espressione del
perito psichiatrico citata nelle motivazioni della prima
sentenza di appello che dimezzò, portandola a 16 anni, la pena
di Castaldo, concedendogli le attenuanti generiche. Poi, dopo il
ricorso della Procura generale, la Cassazione annullò disponendo
un nuovo giudizio La decisione della Corte di assise di appello, dopo la
requisitoria del sostituto pg Valter Giovannini e delle parti
potrebbe arrivare in giornata.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte